Serie A, stadi aperti ovunque: decisione dal Governo

| 19/09/2020 20:20

Serie A, decisione dal Governo sugli stadi: aperti a 1000 tifosi

Non attendono altro i tifosi di tutta Italia, in merito alle news che giungono in redazione sugli stadi aperti, con la Serie A che riabbraccia la gente. Sì, perché l’esperimento portato avanti in Francia e in Germania, potrà vedersi anche in Italia. Gli impianti sportivi torneranno ad aprire i propri cancelli, i tornelli agli stadi non saranno affollati, ma torneranno a vivere di passione e colori. Gli stessi, quest’ultimi, che torneranno ad animare quelle partite troppo silenziose, interrotte solo dalle voci in campo e dal rumore della palla colpita dagli stessi calciatori. Una sensazione che tanto ama la gente, di tornare a tifare in diretta, sugli spalti. Lo potranno fare da qui in avanti i tifosi dei club italiani, con le dovute misure di sicurezza. La Serie A, piano piano, torna alla normalità.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, tifosi negli stadi: riunione con Spadafora, Speranza e le Regioni

Stadi aperti in Serie A: la decisione del Governo

Stando a quanto raccolto dai colleghi di Sky Sport, la decisione degli stadi aperti in Italia e dunque per la Serie A, sarà valida a partire da domani, fino al 7 ottobre. Una news che giunge dopo l’incontro di cui vi abbiamo raccontato nel corso del pomeriggio, tra i ministri Spadafora, Speranza e Boccia, assieme al presidente Bonaccini. Una decisione che arriva dopo il primo tentativo di Parma e Sassuolo, con la regione dell’Emilia Romagna pronta ad aprire i propri impianti in Italia. Una decisione estesa al resto dei club.

serie a stadi aperti

(www.gettyimages.it)

Serie A, le parole di Vincenzo Spadafora (ministro dello Sport) sugli stadi aperti

E’ il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ad annunciare la decisione degli stadi aperti in Serie A, a numero ovviamente limitato, che vedrà gli impianti con almeno 1000 tifosi all’interno. Quelle che seguono, sono le sue parole: “Non vogliamo creare disparità ed è per questo che ho chiesto che la decisione dell’apertura degli stadi, di alcune Regioni, venisse estesa in tutto il territorio Nazionale. L’obiettivo è quello di definire un protocollo unico, che possa prevedere una percentuale di spettatori giusta, in base alla capienza di ogni impianto e per ogni sport”. 


Continua a leggere