Calciomercato Parma, chi è Kyle Krause? Le parole del nuovo presidente

| 18/09/2020 16:39

Rivoluzione in casa Parma, a poche ore dall’inizio del campionato: la proprietà dei ducali diventa americana, con l’arrivo alla presidenza di Kyle Krause, che quest’oggi ha rilasciato le prime dichiarazioni da numero 1 dei gialloblu.

Parma, la presentazione della nuova proprietà

Un sogno che avevo da tanto tempo“: così Krause commenta l’acquisizione del Parma. Il primo virgolettato del nuovo presidente è affidato ad un comunicato ufficiale del club, nel quale si legge della passione non solo sua, ma anche del resto della famiglia, per il mondo del calcio e per l’Italia, terra natìa dei suoi antenati. Affascinato dalla risalita dei ducali dalla Serie D, ha puntato con forza sullo spirito combattivo che aleggia da quelle parti in Emilia.

(Foto Instagram Parma)

Con quest’acquisizione, i gialloblu sono la quarta squadra del nostro campionato ad avere una proprietà americana, dopo Milan, Roma e Fiorentina. “Prometto grande impegno per questa società. Sarò onorato di rappresentare questi colori e di poter rivestire un ruolo nella storia centenaria di questa società“, conclude il neo-presidente.

Parma, la nuova composizione societaria

Da oggi il pacchetto di maggioranza (90% delle quote per la precisione), appartiene al Krause Group; il restante 9% resta nelle mani di Nuovo Inizio (la cordata di imprenditori locali che ha deciso di rifondare il calcio a Parma dopo il fallimento del 2015), mentre l’1% è di Parma Partecipazioni Calcistiche, che riunisce l’azionariato dei tifosi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Parma, il ds Carli apre alla cessione di un top-player

Chi è Kyle Krause

Retail, logistica, turismo, vino, real estate, agricoltura e club sportivi: sono questi i settori nei quali fino a questo momento il gruppo americano ha operato in via principale. Classe 1963, l’imprenditore americano si è laureato all’Università dell’Iowa con il massimo dei voti. Ha dato la sterzata decisiva al gruppo di famiglia nel 2004, quando è stato nominato presidente di Kum and Go, una catena di negozi che con un reddito all’epoca 2,8 miliardi all’anno (fonte Parmalive).

(www.gettyimages.it)

L’arrivo in Italia nel 2107, con l’acquisizione della cantina Serafino del Gruppo Campari e del Gruppo Vietti, grande produttore di Barbera e Nebbiolo. Attualmente, si stima che il patrimonio di famiglia ammonti a 3 miliardi di euro, cui vanno però aggiunti i valori dei possedimenti in Italia e negli States. Non è nuovo nel mondo del calcio: in America possiede il Des Moline Menace, squadra di League Two.

 

 


Continua a leggere