Napoli, tutti contro De Laurentiis: colleghi irritati, richiesto intervento della Procura Federale

| 12/09/2020 10:40

Ha fatto e continua a far parlare non poco il caso Coronavirus che riguarda il presidente Aurelio De Laurentiis. Il numero uno azzurro, nella giornata di mercoledì, si è presentato alla riunione in Lega mentre era positivo al Covid 19. Il presidente non poteva sapere di essere positivo (notizia appresa solo in tarda serata) ma aveva già sintomi di malessere. Inoltre, cosa ha fatto infuriare i suoi colleghi presenti tra presidenti e dirigenti dell’assemblea di Lega, è il fatto che De Laurentiis abbia spesso tolto la mascherina per parlare con loro. Come mostrato dalla immagini, infatti, il patron del Napoli è stato l’unico ad arrivare ed entrare senza mascherina all’Hitlon.

Napoli, accuse contro De Laurentiis sul caso Coronavirus

Non ci sta assolutamente il presidente del Napoli, che da giorni sta leggendo e sentendo di accuse nei suoi confronti. Il patron si reputa recordman di tamponi, dato che ogni tre giorni li effettua con il resto della squadra. Intanto, il Ceo della Roma Fienga e il presidente del Torino Cairo dopo attimi d’ansia per il tampone (che ha dato nelle ultime ore esito negativo) ora provano un senso d’irritazione come rivelato dai quotidiani. Inoltre, i colleghi presenti in assemblea di Lega pare abbiano chiesto l’intervento della Procura Federale che dovrà valutare se ci saranno gli estremi per far partire l’inchiesta contro il presidente del Napoli in merito alle norme di sicurezza. Un colpo basso subito da De Laurentiis che non si aspettava da colleghi e amici questa mossa.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, intreccio per Milik

De Laurentiis: arrivano le chiamate di Insigne, Gattuso e Ancelotti

Il patron azzurro è ora a Roma, a casa sua, dopo essere stato a controllo all’ospedale Gemelli. Le condizioni sono stabili e continua ad essere monitorato. La febbre alta è ormai passata, ma resta la preoccupazione dato che De Laurentiis è un soggetto fragile e a rischio viste le patologie pregresse. Tanti messaggi però sono arrivati per il presidente, in particolare da Insigne e Gattuso che ieri hanno chiamato prima dell’amichevole il loro presidente chiedendo di tornare in forma il prima possibile. Con il capitano  e l’allenatore che hanno portato il saluto di tutta la squadra. Una delle prime telefonate, invece, è stata quella del suo caro amico Carlo Ancelotti.

LEGGI ANCHE >>> Cessioni Napoli, le parole di Gattuso


Continua a leggere