Calciomercato, Spezia parla Yaya Touré: “Potrei giocare in Italia”

| 11/09/2020 20:25

L’ex centrocampista che per anni ha militato in Premier League è pronto ad iniziare una nuova avventura nel campionato di Serie A. Il calciatore ha dichiarato che il suo desiderio è quello di giocare in Italia, a partire già da questa stagione.

(www.gettyimages.it)

Clamoroso Yaya Tourè: “Posso giocare ancora per altri due anni

Per anni è stato considerato uno dei centrocampisti più forti nel panorama internazionale. Con la maglia del Manchester City ha realizzato il record di gol per uno che gioca nella linea mediana. Nella sua nazionale è stato un idolo indiscusso, così come lo è stato anche per i suoi tifosi. Stiamo parlando di Yaya Tourè che, da un anno, è uno svincolato di lusso. La carta di identità dice che gli anni sono 38, ma il calciatore ha ancora voglia di sorprendere e di tirare qualche calcio ad un pallone e le sue intenzioni sono abbastanza serie Il desiderio di continuare a giocare vige ancora, così come ha confermato in un’intervista rilasciata a TMW: “So che posso ancora dare molto al calcio, almeno una o due stagioni. Mi manca giocare, come mi manca l’armonia che si crea nello spogliatoio, lo spirito di squadra e l’odore di quando si vince. Sì, è vero che sto studiando per diventare allenatore, ma per quello c’è tempo“. POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le Wags più belle della Serie A: la classifica delle prime 20 (FOCUS CM24)

Apre ad una possibilità in Italia: “Mi piacerebbe giocare in Serie A

Mi piacerebbe giocare nel campionato italiano, non ci ho mai giocato. Così come mi piacerebbe ritornare a giocare nella Ligue 1 o in Premier League. Se dovesse presentarsi un’occasione dalla Serie A la valuterò e ci penserò su (negli ultimi giorni si era parlato di un possibile interessamento della neopromossa Spezia per il giocatore). Non lo faccio per i soldi, non mi interessano. Ho voglia di continuare a giocare a calcio”. LEGGI ANCHE >>> Serie A, apertura stadi: arriva l’annuncio di Spadafora

Infine un aneddoto sull’Inter: “Sono stato vicino ai nerazzurri

Se c’è stata una possibilità che io vestissi la maglia dell’Inter. Certo, lo confermo. Roberto Mancini che mi ha allenato mi voleva con sé in Italia. All’inizio c’era stato un approccio, ma alla fine non si concluse nulla“. POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, Brusaferro: “Impossibile riaprire gli stadi”


Continua a leggere