News Foggia, lutto per i pugliesi. E’ scomparso l’ex patron Pasquale Casillo

| 08/09/2020 19:00

Lutto nel mondo del calcio. E’ scomparso all’età di 71 anni l’ex presidente del Foggia e dell’Avellino, Pasquale Casillo. Era malato da tanto tempo.

Morto Pasquale Casillo, numero uno del ‘Foggia dei miracoli’ di Zeman

Si è spento all’età di 71 anni Pasquale Casillo. E’ stato un monumento nel calcio per essere stato il presidente del ‘Foggia dei miracoli’, quando ad allenarlo c’era il boemo Zdenek Zeman. Negli anni ‘90 ha portato la squadra pugliese dalla Serie C alla A. Era soprannominato il ‘Re del grano’, proprio perché al sud ne era uno dei maggiori produttori. Negli anni della Serie B vinse il campionato ed ebbe il miglior attacco con il trio delle meraviglie composto da Beppe Signori, Ciccio Baiano e Roberto Rambaudi. In quel Foggia furono lanciati grandi giocatori come il portiere Francesco Mancini (anche lui deceduto qualche anno fa), Gigi Di Biagio, Giovanni Stroppa, Igor Kolyvanov e tanti altri acquistati dallo storico numero uno di origini campane.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pescara, ritorno clamoroso: si pensa a Zeman per il dopo Legrottaglie

Il ricordo di Francesco Baiano

Francesco ‘Ciccio’ Baiano ha voluto ricordare così il suo ex presidente: “Sono molto addolorato per la sua scomparsa, è stato davvero molto significativo per la mia carriera da calciatore. Entrambi eravamo napoletani e per questo si creò subito un grande feeling. Quando militavo nel Foggia spesso andavamo a pranzo insieme. Non smetterò mai di ringraziarlo, fu lui che mi scelse dall’Avellino. Con questi ultimi, nella passata stagione, ricordo che feci un campionato disastroso però lui volle prendermi a tutti i costi. Fui pagato anche tanto, però ho dei ricordi indelebili di quegli anni. Ricordo ancora quando mi disse in dialetto: “Francè, ti abbiamo pagato 3 miliardi e 800 milioni, devi fare tanti gol“. Immaginate la pressione che avevo addosso, però mi voleva bene ed era anche divertente. Quando debuttai in nazionale ricordò che mi regalò un rolex“.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Zeman attacca: “Chiellini odia l’Inter perché perde spesso con loro”

Guidò anche l’Avellino fino al 2004

Dal 2001 al 2004 ha guidato anche i ‘lupi verdi’ dell’Avellino. Con i biancoverdi ha conquistato una promozione dalla C alla cadetteria a Crotone davanti a diecimila tifosi giunti dalla Campania. In quella squadra esplosero giocatori come Andrea Masiello, Antonio Nocerino e il bierolusso Vitaly Kutuzov.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Zeman: “Juventus? Non gioca bene, Sarri vorrebbe altro. Scudetto? Ai bianconeri”

 


Continua a leggere