Inter, Tebas chiaro sul futuro di Leo Messi

| 07/09/2020 10:30

Javier Tebas, presidente della Liga spagnola ( la Lega calcio di Spagna), ha parlato anche del futuro di Lionel Messi nel corso di un’intervista concessa al Corriere della Sera.

Mercato Inter, Tebas su Messi

Il numero uno del calcio spagnolo ha detto la sua sul futuro di Messi che ha provato in estate a lasciare il Barcellona. Queste le parole di Tebas a proposito dell’argomento:

“La mia non è stata una guerra contro Messi. Avrei fato lo stesso per ogni calciatore in Spagna, anche se si parlava di Pepito Perez o di qualunque altro giocatore che milita da noi. Come Lega avevamo, anzi abbiamo, il dovere di difendere tutti dando legalità e giustizia al nostro campionato. Per questo diciamo che i contratti vanno rispettati. Sempre. Che ti chiami Messi o Pepito Perez. Questo era ed è il mio pensiero.

Non ho visto una battaglia per andare contro Messi e il suo entourage, ho una stima speciale per Leo, lo adoro, è la storia del nostro calcio ed ha fatto grandi cosi in questi 20 anni, come avrei potuto fargli la guerra? Ribadisco: il mio intervento era finalizzato a far rispettare il contratto che ha firmato. Poi è chiaro che essendoci di mezzo Leo, la vicenda ha avuto un eco mediatico senza precedenti”.

Messi Inter

Messi può finire all’Inter

Tabas sulla clausola di Messi

Tebas ha poi parlato anche della clausola rescissoria di 700 milioni di euro che lega ancora Messi al club spagnolo.

“Per quanto i suoi avvocati dicessero il contrario, nel contratto c’era questa clausola da rispettare. Questa veniva decontestualizzata da una parte, e per questo c’è stato un piccolo errore. Alla fine sono contento della decisione di Messi di evitare conflitti giuridici. Continuerà a giocare dove è cresciuto e spero anche che i rapporti tornino ad essere come prima”.calciomercato inter messi

Quanto vale oggi Messi?

Tebas ha poi parlato anche del valore attuale di Leo Messi che a fine anno potrebbe lasciare il Barcellona in ogni caso a zero:

 “Se fra un anno deciderà di andarsene io sarò molto dispiaciuto, ma non deve dimenticare che dalla stagione 2014/15 è stato stabilito come il marchio Liga valesse più dei calciatori. Solo questo è il modo per garantire redditività al settore, infatti con il passare del tempo il nostro marchio sta aumentando di valore. Tra un anno sarà libero”.

Leggi anche >>> Clamoroso affondo della Juve per Messi?

barcellona messi

(www.gettyimages.it)


Continua a leggere