Calciomercato Inter, Messi non si presenta ai test…Suarez e Vidal sì

| 30/08/2020 11:40

Il Barcellona riprende oggi la sua stagione: la squadra si riunisce sotto la guida di Ronald Koeman ed è subito paradosso. Gli epurati infatti sono già con le scarpette ai piedi, pronti per cominciare, mentre il calciatore più corteggiato non si è nemmeno presentato…

Inter, l’obiettivo Vidal si sta allenando

Così come Arturo Vidal, anche Luis Suarez è giunto questa mattina intorno alle 10:00 alla Ciutat Deportiva per sostenere i test medici e fisici d’inizio stagione. Sull’attaccante uruguayano, così come sul cileno, i rumour si rincorrono: per il primo pare ci sia la Juventus, disposta ad approfittare del fatto che il bomber sia stato letteralmente cacciato dell’allenatore. Per il secondo c’è sempre l’Inter, impegnata in una sorta di guerra di logoramento con la società blaugrana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Inter, svolta Vidal: le ultime

calciomercato inter vidal

Messi salta i test: cosa rischia

Discorso diverso per Lionel Messi, che questa mattina ha mancato l’appuntamento con la convocazione nonostante sembrasse voler evitare lo scontro frontale con la società catalana. Il suo arrivo era previsto per le 11:00, ma il nuovo tecnico ha dovuto cominciare senza di lui. Niente test medici e quindi, per forza di cose, niente allenamenti domani per lui. TyC Sports ricostruisce il pericolo cui va incontro l’argentino: con una sola assenza, si configura la colpa lieve e nessuna conseguenza. Se diventassero due, ingiustificate, allora la colpa diverrebbe grave e porterebbe ad una multa pari al 7% del salario del mese. Se continuasse a non presentarsi agli allenamenti, allora Messi andrebbe a mettere in atto una vera e proprio interruzione del rapporto di lavoro, e la multa arriverebbe a coprire il 25% del proprio stipendio mensile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Inter, la strategia per arrivare a Messi

calciomercato inter messi

Calciomercato Inter, la posizione del Barcellona

Nonostante l’argentino sia assente e abbia così voluto dare un segnale forte, la società blaugrana non intende fare un passo indietro rispetto ai suoi propositi di trattenerlo a Barcellona. Al massimo, se proprio dovesse essere addio, sarà solo dietro pagamento di un ricco conguaglio per il suo cartellino. Ancor più precisamente, non avverrà nessuna negoziazione con nessun club: chi vorrà Messi, dovrà pagare i 700 milioni della clausola rescissoria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Messi e CR7 insieme? È possibile dopo la telefonata del padre


Continua a leggere