Juventus, Pirlo: “Dybala mai un problema, Higuain va via. Voglio riportare entusiasmo”

| 25/08/2020 16:00

La Juventus di Andrea Pirlo ha iniziato la sua nuova stagione, con tante novità da apportare al gruppo dopo l’addio di Maurizio Sarri. Il tecnico bianconero ha presentato la sua nuova avventura e parlato degli obiettivi del club.

pirlo juventus

(www.gettyimages.it)

Juventus, Pirlo presenta la “sua” Juventus in conferenza stampa

Andrea Pirlo ha chiarito sin da subito quali saranno i suoi obiettivi della Juventus che verrà. Tanta chiarezza e voglia di fare, questo è il ‘must’ da tenere in campo e durante gli allenamenti.

Cosa porti alla squadra delle tue peculiarità? Cosa serve alla squadra?Voglio riportare un po’ di entusiasmo che è mancato nell’ultimo periodo. Voglio proporre un calcio propositivo, con grande padronanza del gioco. Ho detto ai ragazzi che voglio sempre il pallone e che va recuperato velocemente nel momento in cui lo si perde. A livello tattico ho detto questo come prime cose. Poi a livello mentale dobbiamo lavorare molto su cose per me importanti. Abbiamo tanti campioni e andranno sfruttati a dovere“.

Ruolo di Arthur?E’ un calciatore molto bravo, lo abbiamo ammirato nel Barcellona e nella Nazionale negli ultimi anni. Secondo me è un centrocampista di costruzione e può ricoprire più ruoli, dal play alla mezzala. Tornerà molto utile durante la stagione“.

Hai titubato di questa scelta? “Non ho nemmeno avuto tempo di pensare al passaggio dall’Under 23 alla Prima Squadra. Mi ci sono buttato a capifitto e sono convinto dal primo momento di essere nel posto giusto”.

Che modulo utilizzerai? Non ho un modello fisso, possiamo giocare sia a 4 che a 3. Mi piace un calcio di rotazioni, con gente di movimento che abbia voglia di attaccare e la gioia di recuperare il pallone. Deve essere un calcio mentale, su cui lavorare tutti i giorni. Poi i miei calciatori questo lo sanno e il modello di gioco potrà variare di partita in partita“.

Calciomercato Juventus, arriva il colpo dal PSG: le ultime

(www.gettyimages.it)

Pirlo sul duo Ronaldo-Dybala

Cristiano Ronaldo?Ci siamo sentiti qualche giorno fa prima di iniziare, per dargli gli orari degli allenamenti. Poi abbiamo parlato in gruppo per parlare del presente e del passato. Poi nelle prossime settimane parleremo degli aspetti tecnico-tattici“.

Dybala?Non c’è nessun problema, non è mai stato sul mercato, sono cose giornalistiche. Non è mai stato un problema e mai lo sarà. Aspettiamo che torni per averlo a disposizione“.

Juve ancora la più forte?Si parte tutti a 0 punti. Quindi bisogna conquistare le vittorie e non essere i favoriti. E’ stato un anno difficile e il prossimo sarà simile a causa del Covid. La preparazione e le partite saranno un po’ diverse dal solito, dovremmo programmare tutto nei minimi dettagli ma abbiamo lo staff giusto“.

Che sensazioni ha vissuto all’inizio? “Da ieri sono diventato il loro allenatore, anche per i miei vecchi compagni di squadra. Mi sono sentito subito bene perché conoscevo già tante persone che lavoravano con la Juventus”.

Ronaldo e Dybala insieme?Non sono a disposizione ancora tutti i ragazzi perché stiamo lavorando a gruppetti a causa del Covid. Appena li riavremo penserò a questo ma in generale io penso che i calciatori di qualità possono giocare insieme in qualsiasi squadra, basta che sia sacrificio e abnegazione. Serve trovare una quadra molto importante affinché arrivino i risultati“.

Notizie Juventus, si cerca un bomber di primo livello: i dettagli

notizie juventus bernardeschi

(www.gettyimages.it)

Juventus, il tecnico spiega gli obiettivi di campo e di mercato

Obiettivi?L’entusiasmo in primis. Bisogna portarlo giorno per giorno con il lavoro e con il dialogo continuo. Serve fargli entrare in testa il nuovo modo di giocare, è la cosa più importante. Sarà un lavoro sul campo ma sarà fondamentale anche quello di unione del gruppo. L’obiettivo di campo, invece, è quello di vincere, come sempre“.

Farà delle richieste sul mercato?Io sono l’allenatore ed è normale che ho degli obiettivi di mercato. Stiamo parlando con la società per migliorare la rosa. Non stravolgeremo la rosa, vedremo…”

Vorresti rivedere la “tua” Juventus?Magari raggiungere quel tipo di voglia e coesione del gruppo. Avevamo una grande squadra, con grandi principi e valori e vorrei riportare la stessa voglia per raggiungere i nostri obiettivi“.

Hai già trovato il segreto per insegnare alla squadra ciò che tu vuoi?Il tempo è pochissimo, perché poi alla fine di questa settimana andranno tutti in Nazionale. Dovremmo sfruttare tutti i calciatori a disposizione per essere poi pronti alla prima di campionato“.

Tudor?E’ una mia scelta. Avevo bisogno di un uomo di esperienza, in campo e in panchina, che aveva giocato in difesa per migliorare anche quel reparto. In più era stato bianconero in campo e per me è importantissimo“.

Per la Juventus è pronto il colpo dalla Premier League

higuain juventus

(www.gettyimages.it)

Juventus, Pirlo sul futuro

Higuain e Khedira?Con Higuain ho parlato. E’ una persona che ammiro tantissimo, ha fatto un ciclo importante qui ma parlando anche con il ragazzo abbiamo deciso che le strade si devono separare. I cicli finiscono ed è stato messo da parte, abbiamo parlato in privato e abbiamo capito. Khedira è infortunato e vedremo poi quando tornera“.

C’è stato un patto di squadra?No, non c’è bisogno fare nessun patto con i miei ex compagni. C’è da farlo con la squadra, ma deve essere quello di essere disponibili a tutto. Si parla con tutti, dal più giovane al più vecchio“.

Champions League?Il Bayern era la più forte, squadra propositiva, con un calcio europeo, con gente che aveva voglia di correre e buttarsi negli spazi. E’ questo il calcio moderno, se non corri crei poco e non vinci“.

Cosa vuol dire essere un predestinato in panchina?Dipenderà dai risultati, solo quello può essere. Da giocatore mi è stato detto e si è avverata, spero e credo di poterlo raggiungere anche da allenatore.


Continua a leggere