Siviglia-Inter, Monchi svela il punto debole dei nerazzurri

| 21/08/2020 19:00

Monchi cura ogni dettaglio, parla con lo staff tecnico, dirigenti e giocatori del Siviglia, incoraggia tutti verso l’obiettivo: vincere la sesta finale di Europa League.

Le parole di Monchi prima della finale di Europa League

Il dirigente ex Roma ha parlato a Radio Sevilla a poche ore prima dello scontro con l’Inter. “Vivo con la squadra, vedo gli occhi dei giocatori e il modo in cui si esprimono e trasmettono fiducia e sicurezza. È vero che se fossi all’Inter mi direbbero lo stesso, ma c’è fiducia”. A proposito degli avversari, Monchi sa qual è il punto debole degli uomini di Conte: “Hanno due virtù. È una squadra con un buon allenatore e sbaglia poco. Debolezza? Giocano con la difesa a 5, qualche scompenso di cui approfittare ci sarà. Dobbiamo riuscire a muoverci generare spazi tra difensori e fasce“.

conte inter-shakhtar

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Siviglia-Inter, Conte in conferenza

Sul cammino per arrivare all’Inter

La gioia non è solo raggiungere l’obiettivo“, prosegue lo spagnolo, “la strada è bellissima. Rendere molte persone felici. Forse è la finale in cui siamo più soli, ma anche con più compagnia. Le dimostrazioni di affetto sono state infinite. È dura perché ci mancano i nostri fan, ma ci fa essere più vicini e formare un blocco in cui tutto si somma. Questa è una famiglia, la fortuna è importante, ma devi esserci. Poi vincerai o perderai perché è il calcio. Se non ce la facciamo, quello che è stato fatto ha comunque un valore“.

 

 


Continua a leggere