Lione, Aulas: “Dalla Juventus troppe pressioni sull’arbitro, così è terribile”

| 09/08/2020 16:00

La Juventus ha terminato la stagione con una pesante e deludente sconfitta in Champions League che ha portato anche all’esonero di Maurizio Sarri. Il Lione di Aulas, nei 180 minuti contro la Juventus, ha meritato il passaggio ai quarti di finale e ora punta ad essere la sorpresa della competizione.

juventus-lione risultato tabellino (1)

Lione, Aulas contro la Juventus

Il Presidente del Lione, Jean Michel Aulas, ai microfoni di Le Progres, ha parlato del passaggio del turno dei suoi ma si è anche lamentato del comportamento della Juventus.

“Al fischio finale mi sono sentito orgoglioso per il mio club. Mi sono divertito, ho vissuto tante serate così ma quella è stata speciale”

Juventus?E’ una grande squadra. Ma da bordo campo hanno messo un’incredibile pressione sull’arbitro. È stato terribile. Sembrava che non potessero assolutamente perdere. Però l’arbitro è stato molto bravo, è riuscito a tenere a bada la loro panchina. Erano furiosi, ci chiedevamo come poterne uscire“.

CLICCA QUI PER RESTARE AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI MERCATO

Aulas: “Ligue 1 vergognosa”

Champions League?Dobbiamo sempre volere di più, siamo uniti e abbiamo un bel gruppo. Giochiamo ai quarti contro il City, non abbiamo rubato niente. Aver eliminato la Juve è da altissimo livello. Tre mesi fa avrei firmato per una serata così”.

Stop al campionato?Abbiamo passato un anno da schifo, troppi infortuni, la fine del campionato con 30 punti da assegnare. Uno scandalo. Quando c’è così tanto in gioco, non hai il diritto di fermare un campionato quando gli altri invece non si fermano. E’ una profonda ingiustizia e non la perdonerò. Lo stop ci è costato 100 milioni più 80 per la mancata qualificazione in Champions. Siamo molto arrabbiati. E’ rimasta una possibilità su un milione, quindi dobbiamo giocarcela. Dopo Torino non sono più stato solo, mi hanno mandato tantissimi messaggi per congratularsi con me, anche da ministri e vertici del calcio francese“.


Continua a leggere