Milan, Boban: “Rifarei tutto da capo”

| 07/08/2020 11:00

Milan, l’intervista a Zvone Boban

Zvone Boban, ex dirigente del Milan, ha parlato del suo addio ai rossoneri e non solo nel corso di un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport.

Milan Boban

milan boban

Le parole di Boban

 

Milan?
«Il Financial Fair Play ha fatto tanto bene al calcio, ma bisogna rivederlo e dare modo di investire nel calcio, così non va bene. Ci sono diverse maniere di continuare con questa politica ed avere controllo. Uno è la garanzia bancaria per due anni, così non si rischia mai di avere un crollo del sistema».

Maldini?
«Dovrebeb restare, per mille motivi ma sopratutto per quello della competenza dimostrata. Insieme è stato divertente».

Pioli?
«Stefano è un’ottima persona e un ottimo allenatore, ci siamo sentiti dopo la firma e gli ho detto che mi faceva paicere. Ovvio che sono soddisfatto, è bello per me vedere che la nostra scelta ha pagato».

Ibra?
«Dopo il mercato estivo pensavo che mancasse esperienza. Con Ibrahimovic e Kjaer, in più con la straordinaria esplosione di Rebic tutto è cambiato. Non dimentichiamo che è un vicecampione del mondo e un giocatore di buona esperienza, la squadra ora è matura. Comunque, per quanto riguarda Ibra avevo chiesto a febbraio di rinnovare il suo contratto perchè avevamo un patto, se non si fosse sentito in forma avrebbe smesso.  Ecco, ero sicuro che non ci sarebbero stati problemi con lui, Zlatan conosce il suo corpo».

Rifarebbe tutto?
«Assolutamente sì, ho messo la faccia, la mia faccia e ho fatto scelte. Personalmente sono felice che tante decisioni discusse e non capite si siano rivelate di alto livello. Ora tutti ci danno valore. Abbiamo fatto tutto in pochi mesi. Il fatto è che nel calcio serve tempo». 

LEGGI ANCHE >>> Milan, colpo dalla United 


Continua a leggere