Juventus, Ancelotti e la Champions: “Un’ossessione che aiuta. Allenatori? Delle teste di…”

| 04/08/2020 10:00

Juventus, Ancelotti parla della Juventus e della Champions League: non mancano le parole per il Napoli

E’ tornato a parlare l’allenatore dell’Everton ed ex Napoli, Carlo Ancelotti, a pochi giorni dalle apparizioni delle italiane e della Juventus, in Champions League. Sì, perché interviene parlando ai microfoni del Corriere dello Sport, sulla situazione legata al club bianconero, che ha messo nel mirino la Champions League, diventata quasi una vera e propria “ossessione” a Torino. “Avere questa ossessione può servire, anche in chiave motivazionale. Le cose viaggiano insieme. La Champions League, per un club ad alti livelli come la Juve, rappresenta un notevolissimo investimento e non solo emotivo. Quando si raggiunge una finale, io credo si sia già fatto il massimo, il resto passa nelle mani di Dio. Adesso poi, con le final eight, sarà ancora di più così”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, infortunio Insigne: nuovo annuncio sulle sue condizioni

Le parole di Carlo Ancelotti

Soldati e generali:Esistono due categorie: i soldati e i generali. Ci sono quelli a cui raccomandi di andare a letto alle 10 e li trovi sotto le coperte alle dieci meno un minuto, mentre poi ci sono quelli che vanno comunque a dormire alle 2 e li ritrovi freschi nel giorno dopo. I soldati sono quelli, invece, con cui vai i guerra. Ti diranno che il nemico alle pallottole, altri se ne fregheranno di che mezzi utilizzerà il nemico e partiranno comunque all’attacco. E sono questi, quelli che ti fanno vincere”.

Sul Napoli: “Frecciatine? Poco importa, io sono un abile incassatore. Al Napoli auguro tutto il bene possibile, la verità ha molte facce, ma non interessa a nessuno”.

Sugli allenatori: “Con le voci dal campo ora si sente tutto e rivela la nostra vera natura. Siamo delle teste di ca**o (ride, ndr)”.

calciomercato napoli insigne everton ancelotti


Continua a leggere