News Hellas Verona, Juric una furia: “Dal presidente del Lecce parole fastidiose”

| 01/08/2020 17:30

Conferenza per il tecnico dell’Hellas Verona, Ivan Juric. Domani sera la sua squadra affronterà il Genoa (suo ex club sia come giocatore che da allenatore) per l’ultima gara di campionato di Serie A.

Juric: “Domani vorrei giocare io al posto di alcuni assenti

Conferenza prepartita per il tecnico degli scaligeri, Ivan Juric. Domani alle 20:45 i suoi ragazzi scenderanno in campo per affrontare il Genoa. I rossoblù devono assolutamente vincere per rimanere in categoria e non retrocedere in Serie B. Ecco le dichiarazioni del mister croato: “Assenze? Giocherei molto volentieri a centrocampo, ma è da un bel po’ che non faccio movimento. Non schiererò nessun Primavera. Dobbiamo essere concentrati, dalla mia squadra voglio una partita seria. Mercato? Alcuni giocatori vorrei tenerli, poi credo che il presidente debba acquistarne almeno una quindicina considerando che alcuni sono in prestito da noi.

juric verona juventus

I miei ragazzi mi hanno dato molte soddisfazioni. Rinnovo? Ci tenevo a restare qui, mi sento parte del progetto e del club. Vogliamo costruire qualcosa di importante. Sono rimasto infastidito dalle parole del presidente del Lecce: siamo uomini di calcio, andremo a fare la nostra partita. Sì è vero che il club di Preziosi ci ha regalato giocatori, che Veloso è sposato con la figlia del presidente, ma il calcio è un’altra cosa“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, apertura degli stadi: parla Crimi, ecco quando

Juric su Mandzukic: “Un suo arrivo? Macchè!

L’obiettivo di quest’anno era quello di salvarci, ma siamo andati oltre. Setti infatti è rimasto molto sorpreso. Molti giocatori quest’anno sono esplosi, mi riferisco a Silvestri, Kumbulla, Zaccagni e Faraoni. Pessina? Per il bene nostro e suo deve rimanere qui. Vogliamo ripartire da lui, Gunter ed altri giocatori che intendiamo riscattare. Mandzukic? Non è un profilo che ci interessa, viriamo su altro“.


Continua a leggere