Calciomercato Napoli, De Laurentiis: “Volevo Jovic. La verità su Koulibaly e Milik”

| 01/08/2020 12:00

Ieri il Napoli ha ufficializzato l’acquisto più costoso dell’era De Laurentiis che, dopo Hirving Lozano, ha alzato ancora l’asticella economica in chiave calciomercato. Il patron azzurro, in un’intervista al Corriere dello Sport, ha charito i dettagli dell’operazione Osimhen e il futuro di Kalidou Koulibaly e Arkadiusz Milik.

napoli de laurentiis

Calciomercato Napoli, De Laurentiis sull’affare Osimhen

Il Presidente del Napoli ha parlato dell’affare Osimhen, svelandone tutti i dettagli.

“E’ un colpo da 80 milioni di euro, 70 dei quali pagabili in cinque anni e 10 da riconoscere attraverso bonus, legati ovviamente a determinate risultati. Al ragazzo, invece, andrà un quinquennale che parte dai quattro netti annui. Osimhen è rimasto incantato dalle meraviglie di Napoli, mi ha sommerso di domande sulla città. Ha chiesto e otterrà la maglia numero nove. Vanno al Lille Karnezis e tre ragazzi della Primavera, Manzi, Palmieri e Liguori, per i quali siamo riusciti a ottenere sulle eventuali rivendite”.

Altri obiettivi? Ci siamo visti con Ramadani, c’era la possibilità di arrivare ad Azmoun o a Luka Jovic del Real Madrid. Ma quando si è presentata questa possibilità“.

CLICCA QUI PER RESTARE AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI MERCATO

De Laurentiis: “Milik lo cedo ma devono pagare. Immobile? Piace ma…”

Riguardo il capitolo cessioni, De Laurentiis non ha lasciato nulla al caso.

Milik?Se lo vogliono è sufficiente pagarlo. Altrimenti resta qui e poi bisognerà guadagnarsi la considerazione dell’allenatore. Milik è sul mercato da sempre. E’ da quando lo conosco che gli chiedo di allungare il contratto, lui mi guarda e non risponde. Andrà via al miglior offerente, non farò sconti a nessuno“.

Koulibaly?E’ un’ottima persona e mi dispiacerebbe perderlo. Poi c’è un tempo per tutto, anche per separarsi. Ma 90 milioni sul tavolo non ci sono e comunque bisogna essere in due per separarsi“.

Immobile?Lo volevo già quando esplose a Pescara con Zeman, avrei preso volentieri lui con Verratti, insieme a Insigne che era già nostro. Certo, se dessi a Gattuso anche Immobile, ne sarebbe felice. Ma dovrei vendere i due terzi dei nostri big, anche perché con il monte ingaggi siamo arrivati a 150 milioni“.

Sarri?Gli voglio bene, rimane nel mio cuore perché ha regalato tre anni a Napoli fantastici e gli dico sempre grazie. Poi però faccio altre riflessioni e penso che, fossi stato in lui, avrei ragionato diversamente”.

Potrebbero interessarti anche

Calciomercato Milan, assalto a Chiesa: la strategia

Mercato Inter, la verità sul sogno Messi: le ultime

Juventus, il sogno di calciomercato è Zaniolo: le mosse bianconere


Continua a leggere