Coronavirus, Castellacci: “Stop al campionato con vecchie norme”

| 13/07/2020 10:45

Coronavirus, Castellacci loda il cambio di regolamento

Il campionato di Serie A prosegue. Il presidente della Libera Associazione Medici del Calcio era stato tra le voci più di spicco nell’osteggiare la prima versione del protocollo per la Serie A.

La FIGC, per il ritorno in campo della Serie A, aveva adottato parametri un po’ troppo duri.

Per questo Enrico Castellacci, numero uno dei medici sportivi italiani, ha ribadito la bontà del cambio di regolamento nel corso di un’intervista concessa a Radio Kiss Kiss Napoli dopo la notizia della positività al Covid-19 in casa Parma. L’ex medico della Nazionale ha parlato degli effetti della revisione e della trattativa Figc-Ministero della Salute.

“Con il protocollo precedente sarebbe finito il campionato visto che sarebbe scattata la quarantena obbligatoria per tutti i calciatori e quella squadra si sarebbe fermata. Niente allenamenti e non avrebbe potuto scendere in campo per 14 giorni”, ha spiegato Castellacci, per il quale dunque la conclusione del campionato è stata salvata proprio dalla decisione.castellacci

Il Parma ed i controlli a tappeto

Castellacci spiega poi cosa è accaduto nelle ultime ore a Parma, per gestire il caso di positività di un membro dello staff:

“I giocatori saranno in ritiro blindato e dovranno fare diversi tamponi, anche prima della partita”.


Continua a leggere