Milan-Juventus, la conferenza stampa di Pioli: Calhanoglu dà forfait?

| 06/07/2020 16:00

La 31esima giornata di Serie A vedrà affrontarsi due delle squadre più in forma del campionato: a San Siro andrà in scena Milan-Juventus, domani sera alle 21.45. Stefano Pioli, tecnico dei rossoneri, ha presentato la sfida in conferenza stampa.

lazio-milan infortunio

Milan-Juventus, Pioli in conferenza stampa

La sorprendente e molto indicativa vittoria dell’Olimpico contro la Lazio ha dato tanta fiducia al Milan di Stefano Pioli che domani cercherà di fermare anche la Juventus di Sarri, sempre più libera di correre verso il nono Scudetto consecutivo. In conferenza stampa, però, Stefano Pioli è sembrato sicuro e determinato per la sfida ai bianconeri, quasi un mese dopo l’ultima sfida, quella valida per la semifinale di ritorno di Coppa Italia.

Gli impegni ravvicinati portano via energie,ma gli stimoli ci porteranno a superare queste difficoltà. Stiamo andando bene ma dobbiamo migliorare e provare ad eccellere in tutto. Domani giochiamo contro i migliori, la Juve sta dimostrando da anni la propria supremazia“.

Come è migliorato il suo Milan?E’ la squadra che avevo in mente.  In passato non ci eravamo riusciti con la continuità e la precisione che stiamo avendo in queste partite“.

Calhanoglu?Vedremo oggi, saranno decisivi gli allenamenti fino a domani. Il polpaccio si era contratto per un trauma, mi auguro possa essere disponibile“.

Ibrahimovic?Mi auguro che il suo minutaggio possa salire come il livello di prestazione. L’ultima gara l’aveva giocata l’8 marzo, a Ferrara gli ultimi minuti ed è stata una partita particolare. Il giocatore più forte che ho allenato? Sì, dal punto di vista mentale e della presenza in campo è il più forte che io abbia mai allenato. Lo avvertono sia gli avversari che i compagni“.

CLICCA QUI PER RESTARE AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI CALCIOMERCATO

Pioli e il futuro

Kessie e Bennacer?Franck è un giocatore molto importante, credo abbia le qualità per fare prestazioni di livello come a Roma. Mi aspetto abbia continuità come sta facendo, deve essere presente. Ci sta dando un grande apporto e sta crescendo come condizione fisica, sembra non fare fatica. Bennacer, invece, ha caratteristiche importanti per la squadra, credo gli abbia fatto molto bene avere un compagno di reparto vicino. Lo vedo un po’ più lucido e concreto quando gioca in coppia con un altro giocatore“.

Theo Hernandez?Credo sia evidente che è più portato alla fase offensiva ma sta lavorando con continuità e attenzione in fase difensiva. Significa che ha capito che può diventare uno dei terzini più forti al mondo se lavora su questo aspetto. Domani sera dovrà essere molto attento“.

Rebic? In questo momento è fondamentale far sentire importanti tutti. Non so se giocherà dall’inizio o subentrerà. Abbiamo accorciato in classifica, ma non siamo ancora contenti e abbiamo tutti l’obiettivo di dare il massimo fino alla fine. L’atteggiamento di Rebic deve essere da esempio per tutta la squadra“.

Futuro? “Io voglio solamente, a fine campionato, la soddisfazione di aver dato il massimo insieme ai miei giocatori in un club così importante. In questo momento non penso al 3 agosto, per lo sforzo che abbiamo fatto tutti insieme meritiamo di finire bene il campionato. Poi, vedremo più avanti quelle che saranno le decisioni sul futuro“.

NOVITÀ – SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM: VIENI A SCOPRIRE LA NOSTRA NUOVISSIMA  PAGINA

Potrebbero interessarti anche

Mercato Fiorentina, Ribery schock: “Non sono al sicuro qui, vado via”

Calciomercato Napoli, l’agente di Osimhen annuncia la chiusura della trattativa


Continua a leggere