Sarri-Juventus, la melodia (quasi) perfetta: ora Ronaldo e Dybala sono irresistibili – FOCUS CM24

| 06/07/2020 17:00

Sembrava non essere la scelta giusta, ad inizio anno, ma la Juventus di Maurizio Sarri si sta pian piano formando: rischia di più di quella di Allegri, è forse meno cinica, ma inizia a intraprendere il percorso di estetica che il vecchio tecnico bianconero faticava ad accettare e ad attuare. La Juventus è cambiata molto nel corso dei mesi, ha dovuto mutare pelle e stile di gioco, si è dovuta abituare ad un calcio più propositivo e rischioso.

dybala-ronaldo

Sarri-Juve, sintonia perfetta!

Dalla ripresa della stagione, una sola batosta: la Coppa Italia. La seconda, se si tiene in considerazione anche la sconfitta in Supercoppa Italiana contro la Lazio. Ma quella Juventus sembra ormai sorpassata. In campionato è tornata ad essere una macchina vincente, grazie anche alla rosa ampia che Maurizio Sarri ha a disposizione. Ma è una Juventus diversa, quella che è tornata in campo. Sembra aver preso le sembianze di Maurizio Sarri e del gioco che il tecnico toscano ha spesso portato in giro per l’Italia con il Napoli, con le dovute differenze, sia chiaro. E’ cambiato molto, a partire dalla difesa. Non si butta via nessun pallone, si gioca e si rischia ripartendo palla al piede. De Ligt e Bonucci hanno trovato intesa perfetta in queste situazioni, l’olandese è diventato più “italiano” e più maturo accanto al suo capitano che, a sua volta, ha acquisito maggior sicurezza grazie al suo compagno di reparto, tanto differente da Giorgio Chiellini. Il faro di questa squadra, però, è Rodrigo Bentancur. L’uruguayano si è preso Maurizio Sarri e la squadra grazie a caratteristiche che lo rendono unico. Da play e da mezzala è l’uomo che fa la differenza. Ogni azione passa dai suoi piedi ed è per questo che la Juve ha lasciato partire, con poco dolore, Miralem Pjanic. Sarri sa che potrà fare affidamento sul classe ’97 che ha mostrato personalità da vendere. E’ il cuore della Juventus e lo sarà nonostante Arthur, Jorginho, Pogba o qualsiasi altro centrocampista arriverà a centrocampo.

CLICCA QUI PER RESTARE AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI CALCIOMERCATO

Sarri si prende la Juventus: Dybala e Ronaldo ora sono miracolosi

La “cura” Sarri è arrivata fino alla coppia d’attacco più forte della Serie A: Ronaldo e Dybala oggi sembrano un unico corpo. Sintonia, qualità, gol e assist: giocano l’uno per l’altro. Sembravano essere l’uno il limite dell’altro: “Troppo innamorati del pallone e poco avvezzi al gioco con gli altri”. “Troppo protagonisti, si pestano i piedi”. E da qui è ripartita la Juve di Sarri. I due attaccanti, il 7 e il 10, hanno segnato in tutte le gare di Serie A disputate sino ad ora, dalla ripresa. Prima Ronaldo, poi Dybala, infine si sono invertiti i ruoli e sono tutti felici. Paulo Dybala è maturato grazie al suo compagno, ha sbloccato per 8 volte lo 0-0 iniziale, è diventato letale sotto porta e l’uomo perfetto per Cristiano Ronaldo che è tornato sull’esterno ed è tornato ad essere letale. Insomma, la melodia di Sarri ora è quasi perfetta. Manca la ciliegina sulla torta per renderla unica: quella Champions League per cui si è acquistato Ronaldo e per cui si è trattenuto Dybala. Per ascoltare la canzone completa, si attende la fine della stagione.

Salvatore Amoroso

NOVITÀ – SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM: VIENI A SCOPRIRE LA NOSTRA NUOVISSIMA PAGINA


Continua a leggere