Genoa-Juventus, Paratici: “Pjanic-Arthur ottima operazione. Vi spiego i motivi”

| 30/06/2020 21:39

Fabio Paratici, Chief Football Officier della Juventus, prima della sfida al Genoa di questa sera, ha presentato la gara ma ha soprattutto parlato di mercato e di futuro, con lo scambio tra Pjanic e Arthur.

Genoa-Juventus, le parole di Paratici nel pre-partita

Ecco quanto raccolto dalla nostra redazione: “Mancano gli inserimenti di Khedira? “Sami è un calciatore importante. Anche il tipo di interpreti che sono in campo fanno la differenza. Il dibattito sul tipo di gioco e sul sistema di gioco è un po’ più ampio. Se ci sono degli esterni larghi, i centrocampisti hanno più spazio e ci sono tante varianti che permettono lo sviluppo del gioco“.

Che partita sarà? “Il Genoa è una squadra che per l’organico che ha è ingiustamente in quella posizione. Hanno un’ottima rosa, sarà una gara molto complicata. Noi dobbiamo cercare di vincere tutte le partite, i giocatori hanno bisogno di giocare e non di riposare: è l’interpretazione che ha dato Maurizio Sarri e mi ci attengo“.

Juve, Paratici sul mercato bianconero

Quali sono le motivazioni che hanno portato allo scambio Arthur-Pjanic?Il mercato è fatto di occasioni ed è fatto di programmazione. In questa operazione c’è tutto. Pjanic per noi è molto importante, quando si è presentata l’occasione ne abbiamo parlato con lui e ci ha detto che stava benissimo e l’unico club in cui sarebbe potuto andare come coronamento della carriera era il Barcellona, quindi abbiamo colto l’opportunità. Poi Arthur ci è sempre piaciuto e abbiamo avuto la fortuna di fare anche un’ottima operazione economica“.

Pirlo?Tutto il nostro ambiente è rimasto legato ad Andrea. La squadra dell’Under23 deve ancora giocare i playoff che per noi sono importanti, dopo si verà. Ci hanno regalato un titolo importante, a cui tenevamo tanto. Per costruire una seconda squadra ci siamo battutti e abbiamo lavorato tanto“.

Leggi anche – Torino-Lazio, la sintesi completa del match


Continua a leggere