Serie A, Spadafora: “Sì alla quarantena soft con un atto amministrativo”

| 17/06/2020 21:45

Il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, a pochi minuti dal fischio d’inizio della finale di Coppa Italia ha rilasciato un’intervista all’Ansa.

Serie A, Spadafora: “Il Paese ha voglia di riscatto

Intervistato dall’Ansa, Vincenzo Spadafora ha così dichiarato: “Ho voluto fortemente che il calcio ripartisse dalla Coppa Italia. La partita di stasera non è solamente una finale, ma è un messaggio importante per tutto il Paese che ha bisogno di ripartire“.serie a in chiaro

E sulla sfida di questa sera tra Napoli e Juventus: “E’ un match che cade nell’anniversario dei 50 anni di Italia-Germania 4-3, una delle partite più belle del secolo, anche in quella occasione il Paese aveva voglia di riscatto, spero che lo sport sia il motore per la ripartenza economica e sociale“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A in chiaro: arriva l’annuncio in TV di Spadafora

Spadafora sulla quarantena ‘soft‘: “Ottima soluzione

I miei uffici, insieme a quelli del Ministero della Salute, hanno valutato tutte le ipotesi per cercare quella più utile e veloce, speriamo di chiudere nella giornata di domani con un atto amministrativo, per quanto riguarda la questione quarantena per le squadre di calcio” ha così concluso Spadafora. Con la “nuova quarantena“, definita soft‘, il positivo verrà isolato, la squadra andrà in ritiro. Per giocare le partite di campionato ovviamente dovrà risultare negativo all’ultimo tampone che gli effettueranno. I membri dello staff e i calciatori, la mattina della partita, dovranno effettuare un tampone per avere la certezza che chi disputerà il match siano solo gli atleti non positivi al Covid-19. Se dai risultati uscirà negativo, non si potrà nemmeno raggiungere lo stadio.

serie a spadafora


Continua a leggere