Serie A, Calcagno (AIC): “Attendiamo risposta sulla proroga dei contratti”

| 10/06/2020 15:00

Serie A Calcagno AIC | Manca sempre meno alla ripresa del calcio italiano. Tra due giorni si ricomincerà con la Coppa Italia che sarà anche il primo trofeo nazionale ad essere assegnato in Europa dopo l’emergenza Coronavirus. Sono anche definite le date del termine della stagione (31 agosto) ma non è ancora chiaro come saranno gestiti i contratti dei calciatori in scadenza il 30 giugno 2020.

Serie A, Calcagno (AIC): “Nessuna novità dal Consiglio Federale”

Il vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori, Umberto Calcagno, ha parlato a Radio Marte della possibile proroga dei contratti dei calciatori in scadenza a giugno.

“Bisogna ancora mettere a punto il prolungamento dei contratti in scadenza al 30 giugno, così come aspettiamo anche una modifica del protocollo sulla quarantena. L’ultimo Consiglio Federale non ha deliberato nulla di nuovo rispetto a quello precedente. Il calcio produce un indotto molto importante ma ci sono dilettanti che percepiscono uno stipendio normale e noi dobbiamo tutelarli al meglio. Speriamo che la stagione possa concludersi normalmente, senza ulteriori stop e modifiche del regolamento”.

Leggi anche – ESCLUSIVA | L’avv. D’Onofrio spiega come si procederà al prolungamento dei contratti

calciomercato Napoli callejon

Serie A, i contratti dovranno essere prolungati

La strada, però, sembra ormai tracciata anche per i contratti dei calciatori in scadenza per il 2020. Che siano prestiti o scadenze definitive, gli accordi tra club e giocatori andranno prolungati fino al termine della stagione, ovvero il 31 agosto. Altri due mesi per tutti, dunque, nelle stesse squadre. Nel caso in cui si decidesse di lasciare la scelta ai calciatori, un eventuale ritorno al club di appartenenza o ad un nuovo club, non sarà possibile scendere in campo.


Continua a leggere