Sampdoria, Gabbiadini: “Contenti del ritorno ma giocare ogni tre giorni è per un altro sport”

| 04/06/2020 23:00

Sampdoria Gabbiadini Serie A | Manolo Gabbiadini è stato uno dei primi calciatori di Serie A ad aver contratto il Coronavirus e solo dopo qualche settimana lo ha sconfitto ed è tornato alla “normalità”. Ora è pronto a tornare in campo e ad essere protagonista con la maglia della Sampdoria.

sampdoria gabbiadini

Sampdoria, Gabbiadini: “Giocare ogni tre giorni è quasi un altro sport”

Ai microfoni dei canali ufficiali del club, Manolo Gabbiadini ha parlato del ritorno in campo e dell’esperienza con il Coronavirus.

“E’ molto bello essere tornati tutti insieme sul campo. Ci mancava allenarci. Dopo questo lungo stop è importante capire il proprio corpo, ma vogliamo giocare. Brutto stare senza pubblico, però abbiamo una salvezza da conquistare. I nostri tifosi saranno comunque nella nostra testa, sempre al nostro fianco. Giocare ogni tre giorni è quasi un altro sport. Saremo sempre in viaggio, ci alleneremo poco e dovremo essere bravi a recuperare le energie. Ci stiamo allenando anche per questo. I presupposti sono buoni e stiamo facendo di tutto per prepararci al meglio a questo finale di campionato”

Leggi anche – Coppa Italia, ci sono le ufficialità sulle date

sampdoria gabbiadini

Gabbiadini e il Coronavirus: “I miei genitori mi hanno raccontato cose assurde”

Ha vissuto in prima persona il Coronavirus e anche i problemi che ha causato nella sua città d’origine, Bergamo, in cui ancora oggi vivono i suoi genitori.

Io ho avuto il Coronavirus ma sono stato bene, purtroppo non tutti possono dire lo stesso. Le parole e i racconti dei miei genitori, che ancora abitano lì, mi hanno lasciato dentro molto. Ho ancora negli occhi il video delle bare portate via dai militari: un’immagine bruttissima. Conosco i bergamaschi, sono forti e sapranno superare questo momento. Speriamo di esserci messi alle spalle il peggio“.


Continua a leggere