Lippi: “Inutile riprendere se si pensa alla quarantena di gruppo”

| 31/05/2020 01:00

Lippi Serie A Coronavirus | La Serie A ripartirà tra tre settimane dopo tre mesi di stop causati dall’emergenza Coronavirus. Non ci sono ancora date ufficiali ma le sensazioni portano a pensare che si concluderà prima la Coppa Italia (semifinali il 12-13 giugno e finale il 17 giugno) e poi si riprenderà con il campionato.

Nazionale Cina Lippi

Lippi: “Inutile ricominciare se si pensa di mettere tutti in quarantena”

Nonostante le decisioni della Lega Calcio, sono ancora tante le personalità importanti che non vedono di buon occhio la ripresa. Tra questi c’è Marcello Lippi, ex Commissario Tecnico dell’Italia e molto legato alla Cina, primo Paese che ha vissuto l’esplosione del Coronavirus. Ai microfoni di Rai3, l’ex allenatore ha parlato della ripresa.

“Bisogna augurarsi che la curva dei contagi continui a calare, in modo da allentare le misure. Magari si potrebbe isolare solo l’eventuale contagiato e tenere controllati gli altri, senza mettere tutti in quarantena, altrimenti è inutile ricominciare”.

Leggi anche – Serie A, Gravina spiega come si concluderà la stagione

lippi

Serie A, Lippi: “Spero che la stagione possa concludersi”

L’ex Commissario Tecnico della Nazionale Cinese ha poi concluso con una speranza per la Serie A che dovrà veder disputare ancora 12 giornate prima della conclusione.

“Spero che la stagione possa concludersi, mancano tante partite. Credo sia possibile riuscirci, ma bisogna ragionare sui possibili scenari relativi alla quarantena. I giocatori sono a posto, sono controllati quotidianamente”.


Continua a leggere