Spadafora ottimista: “Dal 15 Giugno ok per calcetto e sport di contatto”

| 30/05/2020 19:00

Il Ministro per lo Sport, ai microfoni di Tg2 Post, si è soffermato quest’oggi sulla situazioni afferenti il suo dicastero e le possibilità di riprendere le attività sportive di gruppo, anche a livello amatoriale.

Spadafora: “Se arriveranno ottime notizie, si potrà ricominciare dal 15 giugno“.

Vincenzo Spadafora, in una lunga intervista al Tg2 Post, ha dichiarato che ci sono ottime possibilità per ripartire con gli sport amatoriali e con le partite di calcetto. Un’ottima  notizia per gli amanti della partitella settimanale che potranno tornare, anche loro, in campo per divertirsi con gli amici.

serie a spadafora

Inoltre ha precisato: “”Mi auguro nel prossimo dpcm si possa aprire tutta la parte dello sport che è ancora ferma, quella amatoriale e di base, dalle partite di calcetto ai saggi di danza, se la curva del contagio continuerà a scendere credo che tutto ripartirà dal 15 giugno“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Serie A, Spadafora: “Si riparte il 20. Finale di Coppa Italia il 17”

Ancora Spadafora: “A breve tutti i lavoratori sportivi avranno una indennità.”

In una diretta su Facebook di pochi minuti fa Vincenzo Spadafora ha poi aggiunto: “Capisco le difficoltà che hanno avuto tutti i lavoratori sportivi, ma non siamo stati con le mani in mano. Abbiamo lavorato giorno e notte. Il Ministro Gualtieri ha firmato il decreto attuativo di tutte le risorse che avevamo previsto nel decreto rilancio. Per mercoledì della prossima settimana trasferiranno le risorse a Sport e Salute. Sono già pronti con i bonifici, quindi noi tra giovedì e venerdì della prossima settimana, Sport e Salute dovrebbe essere in grado di bonificare i 47.000 bonifici che erano rimasti ancora in sospeso dal mese di Marzo e i 131.000 che hanno fatto richiesta”.

Spadafora

“Entro lunedì dell’altra settimana, tutti potranno avere le indennità. Si apre un’altra finestra importante, quella dell’8 giugno, avverranno due cose importanti: si apre la finestra per fare domanda per chi l’altra volta non l’ha fatta in tempo. Dall’8 al 15 giugno potranno richiedere le indennità di aprile e maggio”.

 

 


Continua a leggere