“Gilet arancioni”, caos in piazza senza mascherine: centinaia di denunciati

| 30/05/2020 22:00

Gilet Arancioni Milano Roma Bologna Torino | Oggi per le piazze principali di alcune città si sono verificate le manifestazioni dei “gilet arancioni”. In strada migliaia di italiani hanno protestato contro l’attuale governo per le scelte degli ultimi mesi. Hanno chiesto il ritorno alla “lira italica” e insistito sull’inesistenza del Covid-19. Da Milano a Torino, passando per Bologna e Roma.

gilet arancioni

“Gilet arancioni”, che caos in strada: molti senza mascherine

A Milano, in Piazza Duomo centinaia di cittadini, guidati dall’ex generale Antonio Pappalardo, hanno protestato contro il governo. La maggioranza dei partecipanti non ha rispettato le distanze di sicurezza per l’emergenza Coronavirus, non indossando le mascherine o tenendole abbassate. Gli organizzatori e i partecipanti saranno individuati attraverso le immagini presenti e denunciati. Appello che arriva anche dal Sindaco di Milano che ha dato mandato al Prefetto di procedere con le denunce.

Leggi anche – Coronavirus, i dati della Protezione Civile di oggi

coronavirus

Roma, bloccato l’assalto a Palazzo Chigi

Anche a Roma, Torino e Bologna si sono verificati gli stessi eventi, con più accortezza. Tanta tensione nelle vie del centro storico di Roma per una manifestazione improvvisata e non autorizzata di gruppi di estrema destra. Le Forze dell’Ordine sono state costrette ad intervenire in Piazza Venezia e Via del Corso, per impedire ai manifestanti di arrivare a Palazzo Chigi. Sono 70 al momento gli identificati e denunciati per manifestazione non preavvisata. La Prefettura di Roma sta valutando anche sanzioni molto più importanti per il mancato rispetto delle norme anti-Covid. I manifestanti erano senza mascherina, non rispettavano le distanze anti-assembramento e alcuni arrivavano fuori dal Lazio, violando le chiusure tra Regioni.


Continua a leggere