Liverpool-Atletico match killer: conteggiati i morti per covid-19

| 24/05/2020 17:30

Uno studio ha svelato quante persone di nazionalità inglese siano morte a causa di quella gara di Champions League: da notare che in quel momento, l’emergenza coronavirus in Inghilterra era molto più “contenuta” rispetto alla Spagna.

I morti in Liverpool-Atletico a causa del coronavirus

Il Times ha pubblicato i dati del servizio sanitario nazionale inglese e la scoperta è spaventosa: ben 41 persone hanno trovato la morte per aver preso parte alla visione, ad Anfield, di Liverpool-Atletico Madrid, disputatasi lo scorso 11 marzo. Quella sera c’erano oltre 3.000 supporter spagnoli in Inghilterra e si scelse di giocare comunque a porte aperte. A nessuno di loro, scrive il Times, fu misurata nemmeno la temperatura alla discesa dall’aereo.

Nonostante i casi in Spagna accertati fossero già più di 2.000 (oltre il 500% della Gran Bretagna in quel momento); anche se in molti paesi, come l’Italia, era già stato dichiarato il lockdown dell’intera nazione, si scelse di giocare a porte aperte. Il sindaco ha già chiesto che sia aperta un’inchiesta per far chiarezza sulle responsabilità. C’è da spaventarsi poi se si considera che tali morti siano soltanto di parte britannica, e non tenga conto invece dei supporter spagnoli.

La partita 0 in Italia

In Italia esiste un’altra partita considerata ad alto rischio: si tratta di quell’Atalanta-Valencia, sempre di Champions League, che si è rivelato un trionfo in campo per il tricolore ma allo stesso tempo un grande fattore di rischio. Per qualcuno infatti, è la cd. “partita del contagio 0”.


Continua a leggere