Coronavirus Napoli, notte di follia sul lungomare: traffico e schiamazzi fino alle 4

| 24/05/2020 14:30

Coronavirus Napoli Lungomare | La Fase 2 è entrata pienamente nel vivo ma le raccomandazioni del Governo restano le stesse di qualche settimane fa. Distanziamento sociale, mascherine e niente assembramenti. A Napoli, però, come già successo in tante altre città d’Italia, ieri non sono stati rispettati a pieno le regole. Sul lungomare di Mergellina, centro della movida partenopea, i residenti hanno dovuto fare i conti con un intenso traffico e un corposo via vai di persone fino alle 4 di notte.

roma coronavirus

Coronavirus Napoli: “Era impossibile dormire, sembravano impazziti”

I locali della movida hanno rispettato le regole imposte dal Governatore De Luca di chiusura alle 23 ma i giovani sono rimasti comunque per strada, soprattutto grazie alle temperature miti del capoluogo campano. “Tra clacson e schiamazzi non è stato possibile dormire. C’erano assembramenti di giovani, la gente sembrava impazzita dopo due mesi di lockdown. Mergellina era completamente paralizzata” – ha spiegato un residente della zona.

Leggi anche – Coronavirus Bresci: locali costretti a chiudere per le folle impazzite

napoli coronavirus

Napoli, due agenti aggrediti da un cittadino

La Polizia Municipale di Napoli ha controllato tutte le zone della movida partenopea rispetto dell’orario di chiusura delle ore 23 per bar, “baretti’, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante di bibite. Due agenti sono hanno anche subìto un’aggressione da un giovane in seguito alla richiesta dei documenti di riconoscimento.


Continua a leggere