Coronavirus Italia, Fase 2: riaprono palestre, piscine e centri sportivi

| 24/05/2020 16:30

Coronavirus Italia Fase 2 | La Fase 2 è entrata nel vivo e al netto di alcuni errori da parte dei cittadini, i numeri continuano ad essere meno preoccupanti. Per questo sono pronti a riaprire anche centri sportivi, piscine e palestre. Non per tutte le Regioni, però.

coronavirus italia palestre

Coronavirus Italia, Fase 2: riaprono palestre, piscine e centri sportivi

In Lombardia sono ancora tanti i casi registrati (ieri 441 dei 669 totali) e sarà, probabilmente, l’ultima Regione a riaprire tutte le attività e a tornare alla normalità. La Basilicata ha deciso autonomamente di spostare la riapertura al 3 giugno e l’Emilia Romagna ripartirà a fine maggio. Per piscine, palestre e centri spoirtivi, sarà obbligatoria per tutti la prenotazione dei corsi e delle lezioni per gestire al meglio il flusso degli iscritti che si muoveranno per fare sport. Le principali novità riguardano le distanze da tenere (almeno 2 metri quando si fanno esercizi in palestra, almeno 7 metri quadrati come superficie di acqua a persona nelle vasche.

Leggi anche – Coronavirus Italia, il bollettino della Protezione Civile

Palestre e piscine: disinfezione degli attrezzi e termoscanner in struttura

Tra un cliente e l’altro sarà fondamentale disinfettare tutti gli strumenti precedentemente utilizzati. In alternativa non si utilizzeranno. Saranno disponibili anche scarpe dedicate alla palestra. Sarà ridotto al minimo l’uso degli spogliatoi, con le stesse norme di disinfezione. Saranno utilizzati anche termoscanner per segnare la temperatura e i dati saranno conservati per 14 giorni dalla struttura. La mascherina servirà per l’ingresso nella struttura sportiva ma non durante l’attività fisica.


Continua a leggere