Serie A, furia Assocalciatori: “I club non pagheranno i calciatori, questa volta protestiamo”

| 20/05/2020 21:00

Serie A AIC Stipendi | La Serie A ripartirà e si concluderà nella massima sicurezza, se non tornerà una nuova ondata di Coronavirus. Non ci sono ancora i calendari definitivi ma c’è la data di conclusione finale dei campionati italiani (20 agosto) e della stagione (31 agosto). La stagione 2020/21 comincerà il 1 settembre ma l’Assocalciatori, dopo il Consiglio Federale, si è scagliato pesantemente contro le decisioni sugli stipendi dei calciatori.

AIC, Calcagno: “Norme per le iscrizioni inaccettabili. Contratti? Stiamo decidendo”

In un’intervista rilasciata a TuttoC, Umberto Calcagno, vicepresidente AIC, ha parlato delle decisioni prese in Consiglio di Lega poche ore fa.

“Le nuove norme per l’iscrizione ai campionati sono inaccettabili. E’ normale che l’ultimo stipendio in C sia stato percepito il 16 marzo? E che ora si parla di controllare gli emolumenti di marzo, aprile e maggio a fine agosto? Il tutto con la cassa integrazione pagata, se va bene, a 90 giorni? Se questa dev’essere la normalità del nostro mondo non andiamo bene”.

Contratti?La questione del prolungamento automatico dei contratti la vedremo se e quando dovremo riprendere. Per la UEFA la direzione da intraprendere è quella di prorogare i contratti in essere. In ogni caso, se e quando sarà, la FIGC deciderà“.

Leggi anche – Serie A, ci sono le date della ripartenza: il comunicato

aic tommasi

AIC, Tommasi: “Gli imprenditori del calcio ora non pagano gli stipendi? Assurdo”

Damiano Tommasi, Presidente AIC, ha parlato delle condizioni dettate dal Consiglio Federale circa i pagamenti ai calciatori.

“Ora i club sono autorizzati a non pagare i calciatori relativamente al periodo in cui non abbiamo giocato partite. Nonostante tutti i vari tesserati abbiano comunque lavorato durante il lockdown, seguendo una preparazione dettata dai preparatori atletici delle stesse società. Sono deluso e allo stesso tempo preoccupato. Gli imprenditori del calcio chiedono soldi a tutti e poi non pagano gli stipendi ai calciatori.


Continua a leggere