Udinese, Pozzo: “Allenamenti? Qualcuno fa il furbo, ho le prove”

| 18/05/2020 11:15

Udinese, Pozzo: “Allenamenti? Qualcuno fa il furbo, ho le prove”

Ultime UdineseGianpaolo Pozzo, presidente dell’Udinese, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a Radio Anch’io Sport, denunciando come qualche club stia facendo allenare i calciatori già in maniera regolare.pozzo udinese

Notizie Udinese, le parole di Pozzo

“C’è una grande dose di individualismo, egoismo, qualcuno vuole fare il furbo. Le cose che dico sono provate, ho le prove ma mi fermo qui per rispetto della categoria.

Per essere coerenti ci sarebbe bisogno di allenamenti per tutto il mese di giugno, poi a fine giugno di ricomincia”.

Pozzo ha parlato della diatriba tra il Ministro dello Sport ed il mondo del calcio:

“Mi dispiace ci siano stati diversi equivoci. Siamo sempre stati all’interno della Lega e abbiamo provato a dare la massima collaborazione dialogando e cercando di avere rispetto, c’è sempre stato da parte mia nel corso dei miei 35 anni. Tutto è iniziato con le porte chiuse contro la Fiorentina, quando nei viola c’erano molti positivi. Anche noi siamo andati in quarantena obbligatoria. E i nostri medici sono andati nel pallone perchè non avevano una legge che li garantisse.

Per tranquillizzare i miei lavoratori sia medici che dirigenti, escluso il sottoscritto, ho sentito il dovere di mandare la lettera a Spadafora. Non è che l’Udienese non vuole giocare.

13 giugno? Io non sono d’accordo. Credo sia un insulto all’intelligenza. Dopo 2 mesi e mezzo di non allenamenti in casa, ai giocatori serve tempo. Almeno un mese per tornare in forma ed essere sicuri. Allenamenti agonistici servono, non cose fatte in casa”.

Eriksen


Continua a leggere