Serie A, la FIGC si adegua: “Niente sport di gruppo”. Ma si tratta ancora

| 18/05/2020 20:00

Sul sito della Federazione italiana gioco calcio è apparso un comunicato dove si prende atto delle ultime disposizioni governative. La partita però, anche nel palazzo, è ancora lontana dall’essere conclusa.

Il comunicato della FIGC di Gravina

La Federazione non ha potuto che prendere atto della volontà del governo e prolungare lo stop. Ecco quanto si legge nel testo della nota firmata dal presidente Gravina: “La FIGC, viste le norme dettate nel DPCM del 17 maggio, dove si afferma che gli eventi sportivi di ogni disciplina sono sospesi sino al 14 giugno 2020, nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione della autorità competenti a riguardo, ha prorogato la sospensione dell’attività sportiva fino al 14 giugno 2020“. In quell’auspicabile però, si sintetizza tutto il lavoro che sta andando avanti sotto traccia per far sì che il primo anticipo della prima giornata di Serie A dopo il coronavirus abbia luogo il 13 giugno.

serie a figc

Se si ricominciasse il 20 giugno, bisognerebbe giocare ininterrottamente due volte alla settimana, visto che ci sono da recuperare 12 giornata e 4 gare rinviate. Così facendo, salterebbero le finali di Coppa Italia.

gravina serie a

Serie A, il CTS è al lavoro

Il Comitato tecnico-scientifico è quindi al lavoro: da un lato sta valutando l’ultima versione del protocollo, quello che elimina i ritiri blindati; dall’altro sta vagliando l’ipotesi di cominciare finalmente con le sedute di allenamento in gruppo, clamorosamente saltate dopo le parole di Spadafora.


Continua a leggere