Coronavirus, bigliettaia aggredita a sputi da un positivo: è morta

| 13/05/2020 12:30

Coronavirus Inghilterra, aggressione a Londra ad una bigliettaia

Coronavirus Inghilterra Londra bigliettaia morta | Caos in tutto il mondo a causa dell’emergenza Coronavirus. Torna a salire anche in Germania il numero di contagi e vittime dopo un primo momento di speranza. Intanto, in Inghilterra, la situazione resta drammatica. Il paese è il terzo per morti (superata quota 30mila) e il quarto per contagi (oltre 225 mila). Intanto, nelle scorse settimane, si era registrata un’aggressione alla stazione ferroviaria di Victoria, dove una donna era stata vittima di un attacco, insieme al suo collega da parte di un uomo positivo al Covid 19. Sputi e colpi di tosse contro i due bigliettai della grande stazione da parte dell’uomo positivo da Coronavirus. L’episodio risale a fine marzo e la donna (che già soffriva di patologie respiratorie, è stata costretta prima al ricovero in terapia intensiva e poi l’intubazione.

Coronavirus, bigliettaia aggredita a sputi da un positivo: è morta

La donna si chiamava Belly Mujinga e aveva 47 anni. Purtroppo la bigliettai di Victoria Station è deceduta in questi giorni al Barnet Hospital dopo circa due mesi di lotta. I macchinari non sono stati sufficienti per salvargli la vita. in terapia intensiva e l’intubazione, è morta il 5 aprile. Dopo la denuncia, la polizia ferroviaria ha avviato un’indagine per risalire all’aggressore. Questo però ha permesso alla TSSA di mettere a luce la scarsa igiene e sicurezza della categoria dei lavoratori delle ferrovie che sono in continuo contatto con persone.

Coronavirus


Continua a leggere