Vivaio olandese, la forgia del calcio: tre gioielli da tenere d’occhio (FOCUS CM24)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Vivaio olandese: la forgia del calcio

Il mondo del calcio è fermo, e spesso in questi giorni così drammatici (altri giocatori positivi), ci dimentichiamo di questo meraviglioso sport, ovviamente in tutte le sue sfaccettature. In questo periodo di pausa ne stiamo approfittando per approfondire determinati argomenti, e uno di questi è senza dubbio quello dei vivai più promettenti. Molte squadre europee sono state forgiate dai propri settori giovanili, riuscendo a farne un punto di forza sia in ambito calcistico che di mercato. Quello che sicuramente ha segnato la storia degli ultimi decenni calcistici è sicuramente quello olandese, sfornando giocatori dal calibro di Crujiff, Van Basten, Rijkaard, Bergkamp, Seedorf su tutti passando poi a quelli moderni come Eriksen, De Ligt, De Jong e Kluivert.


Insomma una nazione che da sempre ha cambiato il modo di pensare sin da bambini, riuscendo a trasformare dei ragazzini in star del calcio mondiale. Ebbene nel corso degli anni la cosa non solo non è mai cambiata, ma ha anche dato modo a parecchie squadre di portarsi a casa dei veri e proprio gioielli e di farne una fortuna. In questo focus però non staremo a parlare del passato o dei soliti nomi, bensì ci sarà una lista di quelli, che secondo noi, saranno dei veri e propri crack da qui alle prossime stagioni.

HOEVER

Citando alcune promesse vi faccio il nome di Hoever. C’è poco da dire: se a 18 anni ti cerca il Liverpool, un motivo ci sarà. Hoever è certamente tra i giovani olandesi più promettenti in circolazione, e se n’è accorto anche Klopp, che già lo ha fatto esordire addirittura in prima squadra. E’ un centrale difensivo, studia da Van Dijk, ed è l’ennesimo talento sfornato dalla fucina olandese. Il classe 2002 continua a crescere allenamento dopo allenamento, e chissà che i Reds non possano decidere di utilizzarlo in pianta stabile nella rosa principale. Già dominante in tenera età, e un gioiellino da tenere bene d’occhio.

hoever

GAKPO

Stesso discorso per Gakpo, attaccante del PSV che ha già fatto vedere cose straordinarie in Eredivisie. 20 anni per lui, e un dribbling da lasciare tutti a bocca aperta, difensori avversari compresi. La sua serpentina in un 4-1 allo Zwolle un anno fa è diventata virale, e da lì un po tutti hanno incominciato a seguirlo, anche top club. Ala avanzata come ruolo e velocità come caratteristica principale, Gakpo è già stato blindato fino al 2023, ma la sensazione è che da qui a breve qualche big europea si fionderà su di lui. Dal 2018 ha già realizzato 8 gol con la prima squadra, vincendo anche un titolo nel 2017. Anche qui stessa storia, non lo perdiamo di vista.

DEST

Infine un altro nome da segnalare: Sergino Dest. Terzino destro offensivo classe 2000’, militante nell’Ajax dalla scorsa stagione. Dopo aver mosso i primi passi nell’Almere City, è passato a giocare nel settore giovanile dell’Ajax, col quale ha esordito da professionista il 10 agosto 2019 nel secondo tempo di Ajax-Emmen 5-0. Di origini statunitensi è stato premiaato in quello stesso anno come il giocatore più talentuoso degli Stati Uniti, non una cosa da poco. Il ragazzino sembra aver fatto grossi passi in avanti, ed ora si prepara ad affacciarsi sul panorama europeo, che intanto già lo sonda e lo studia.

dest

Di: Christian Mattera