Autocertificazione coronavirus: il nuovo modello da scaricare per la Fase 2

| 03/05/2020 20:30

Sta per cominciare la famosa Fase 2: oltre alla compilazione del nuovo modello di autocertificazione.

Il nuovo modello di autocertificazione

Dal 4 maggio, all’interno della stessa regione, sarà possibile muoversi con una libertà maggiore rispetto a quanto accaduto negli ultimi 2 mesi. Sarà infatti possibile incontrare i cosiddetti “congiunti“: persone legate da uno stabile legame affettivo, sempre nel rispetto del divieto di assembramenti. Ma la domanda che sta attanagliando tutti è: cosa scrivere nell’autocertificazione da esibire in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine? Intanto qui c’è il modello di autocertificazione diffuso dal Viminale.

Come i più accorti avranno già notato, non sono avvenuti cambiamenti strutturali: servirà sempre indicare le ragioni e gli estremi del movimento che si va a compiere. stando però all’impostazione interpretativa di Palazzo Chigi, muoversi per vedere i propri congiunti rientrerebbe nei motivi di necessità, esattamente come a questa voce risponde l’atto di scendere a comprare il giornale. Per quanto riguarda gli spostamenti di ordine lavorativo, non sarà più obbligatorio sottoscrivere l’autocertificazione.

Resta da fugare però un ultimo dubbio: se è vero com’è vero che la privacy dei cosiddetti “affetti stabili” deve essere tutelata, perché comunicare l’indirizzo presso il quale ci si sta recando, costituirebbe una violazione di tale diritto.


Continua a leggere