Calciomercato Juventus, addio Ronaldo? Nel 2021 valuterà

| 30/04/2020 08:00

La Juventus sta affrontanto un periodo di rinnovamento ed il 2021 sarà un anno spartiacque per molti calciatori, che dovranno decidere cosa fare da grandi. Higuain, Chiellini, Buffon, Matuidi, Khedira e soprattutto Cristiano Ronaldo.

Calcio mercato Juve, le riflessioni di CR7

Il talento portoghese, scrive la Gazzetta dello Sport questa mattina, è al centro (pare incredibile) dei calcoli di Paratici. E, come giusto che sia, lui stesso ne sta facendo. Certo la sua situazione è diversa da quella di un Higuain, ad esempio. Il contratto del Pipita scadrà tra poco più di un anno e l’addio è ormai scritto, bisogna capire soltanto quando. Potrebbe arrivare al termine di questa travagliata stagione, magari all’interno di uno scambio, forse portando comunque qualcosa come dote per il suo cartellino. O come più probabile, arriverà l’anno prossimo, quando libero da vincoli sarà libero di scegliere se tornare in Argentina oppure riabbracciare chissà la sua cara Madrid. Certo è che CR7 non si libererà a 0.

calciomercato juventus cristiano ronaldo

2021, per la Juve è odissea nel mercato

Cristiano non farà neanche come Buffon e Chiellini: entrambi sono in scadenza già adesso, ma dovrebbero firmare un prolungamento di 1 anno, proprio fino al 2021. Poi il primo potrebbe diventare un allenatore, il secondo un dirigente. Lo chiederanno innanzitutto a se stessi ed al proprio corpo. Non hanno intenzione di smettere invece Matuidi e Khedira: i due campioni del Mondo non firmeranno neppure il rinnovo ed andranno alla ricerca di miglior fortuna altrove, magari già alla fine di quest’anno.

Ma allora quale sarà il futuro di Ronaldo? Questa mattina, sulla Rosea si legge testualmente che il campiona è in attesa anche di quello che deciderà alla fine il Governo italiano guidato da Giusepe Conte sulla ripresa della Serie A: “Proprio CR7 potrebbe essere la chiave anche per i cambiamenti del 2021: è legato alla Juve fino al 2022 ma è naturale che tra un anno rivaluti condizioni di forma e priorità. Anche da questo dipenderanno le scelte di Fabio Paratici. Ancora di più peserà, evidentemente, il destino di questo campionato. La scelta – ripresa o cancellazione? – porterà variazioni ai bilanci e alle strategie di tutte le squadre“.


Continua a leggere