Diretta Conte, il discorso del Premier con il nuovo DPCM sulla fase 2

| 26/04/2020 20:21

Tra pochi minuti comincerà la diretta del discorso di Giuseppe Conte: il Primo Ministro italiano, oltre a fare il punto sulla lotta al covid-19, spiegherà le misure che adotterà l’Italia che si appresta ad entrare nella fase-2 dell’epidemia con un nuovo DPCM.

Fase-2 , il discorso di Conte

Anche il mondo del calcio è in attesa delle parole del Presidente del Consiglio: come anticipato da Sky, ci si attende anche l’ufficialità della decisione sulla ripresa della Serie A tra le misure oggetto di annuncio questa sera. Si pensa possa arrivare il via libera alle sedute di allenamento in singolo a partire dal 4 maggio, mentre per le sessioni in gruppo, il 18 maggio è ancora solo un’ipotesi.

Se consideriamo che nella fase più acuta ci sono stati momenti difficili, dove ci sembrava insormontabile, abbiamo fatto grandi cose“, esordisce Conte. “Nella fase 2 la curva del contagio potrà risalire: dobbiamo assumere questo rischio. Sarà fondamentale il comportamento di ciascuno di noi. Dovremo restare ad almeno un metro dal prossimo, anche coi parenti. Se non rispettiamo le distanze, aumenteranno i nostri morti, i nostri defunti, e avremo una crisi senza precedenti. Se volete bene all’Italia, state a casa“.

conte 4 maggio

Il piano dell’Italia per la fase-2

“Il Governo dovrà essere tempestivo, abbiamo messo a punto un meccanismo per affrontare tale evenienza. Facile cercare un colpevole in una fase problematica, oppure possiamo scacciare via la rabbia ed il risentimento. Nelle prossime settimane getteremo le basi per la ripartenza del paese. Convivremo con il virus: abbiamo sollecitato il commissario Arcuri per fissare i prezzi di mercato delle mascherine a 0,50 centesimi di euro. Ci stiamo impegnano anche per rimuovere l’IVA.

conte coronavirus italia

“Per quanto riguarda gli spostamenti: saranno consentiti in più, rispetto ad oggi, soltanto gli spostamenti all’interno della stessa Regione, per visitare un parente o un congiunto. Dal 4 maggio saranno consentiti gli allenamenti degli sport professionistici. Per quanto riguarda le cerimonie funebri, saranno consentite a partire dal 4 maggio con un massimo 15 persone“.


Continua a leggere