Coronavirus Lombardia, sequestrate 240.000 mascherine: “Rincari del 700%”

| 24/04/2020 15:30

Coronavirus Lombardia mascherine | Prosegue senza sosta il lavoro della Guardia di Finanza per bloccare la vendita non autorizzata di materiale sanitario. L’emergenza Coronavirus ha creato numerosi punti di vendita non autorizzata o addirittura con rincari record di mascherine, guanti e gel igienizzante e le Forza dell’Ordine continuano a seuqestrare e denunciare materiale.

coronavirus mascherine

Coronavirus Lombardia, denunce e sequestri per mascherine non autorizzate

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato oltre 240.000 mascherine. Erano senza certificazioni, quindi illegali e chissà se non addirittura pericolose quelle trovate in dodici farmacie milanesi (oltre 30mila) e in parte nel magazzino di una società fornitrice. Dopo le indagini, i militari sono riusciti a risalire ai primi fornitori di questi materiali. Le aveva importate dalla Cina e messe in vendita senza aver prima provveduto agli adempimenti per le autorizzazioni. Il responsabile della cooperativa di farmacie e il rappresentante legale della società fornitrice ed importatrice sono stati denunciati alla Procura di Milano.

coronavirus italia

Notizie Lombardia: denunce per rincari del 700%

A Segrate e a Pioltello, invece, erano tutte legali e autorizzate le mascherine vendute dal titolare di una società. Però, le vendeva con rincari fino al 700% rispetto al prezzo normale. L’uomo è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Lodi.

“La percentuale di ricarico, in alcuni casi, ha raggiunto anche il 700% rispetto al normale valore di mercato. Guanti, camici e mascherine sia chirurgiche sia di tipo FFP1, FFP2 e FFP3 tutti conformi alla norma tecnica di riferimento, sono state poste in vendita con smisurati aumenti percentuali di prezzo, senza alcuna giustificazione”.


Continua a leggere