Coronavirus Italia, il Ministro del Lavoro: “Lavoriamo al reddito d’emergenza, ecco quanto daremo ai cittadini”

| 22/04/2020 13:25

Coronavirus Italia Catalfo Reddito d’emergenza | L’economia italiana è stata e sarà pesantemente colpita dall’emergenza Coronavirus. Per più di un mese tutte (o quasi) le attività lavorative sono state bloccate e milioni di italiani hanno dovuto fare i conti con difficoltà economiche, perdite del lavoro o messe a cassa integrazione. Il futuro non è ancora chiaro sotto l’aspetto lavorativo ma il presente potrebbe essere formato da un reddito d’emergenza.

tamponi coronavirus

Coronavirus Italia: le parole di Catalfo sul reddito d’emergenza

Il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha parlato della volontà di attuare il reddito di emergenza per tutti i cittadini in difficoltà lavorative. Ecco le sue dichiarazioni a Radio Anch’io.

“Stiamo mettendo su un ventaglio di misure e strumenti che vadano a tutelare tutta la platea dei lavoratori. Dall’indennizzo per gli stagionali, o per gli autonomi, liberi professionisti, partite Iva, che riproporremo per i mesi di aprile e maggio con un aumento da 600 a 800 euro e in più inseriremo un reddito d’emergenza”.

Cassa integrazione?1,1 milioni di lavoratori dovrebbero avere il pagamento entro il 30 di aprile. 2,8 milioni di lavoratori hanno già ricevuto un’anticipazione“.

Leggi anche – Coronavirus Italia, al via la Fase 2: ecco cosa si potrà fare

Catalfo: “Cassa integrazione in mano alle Regioni”

Il Ministro del Lavoro, poi, ha spiegato che i soldi per le casse integrazioni da pagare, sono nelle casse delle Regioni.

La cassa in deroga è di competenza delle Regioni che, in modo scaglionato, stanno facendo pervenire all’Inps le richieste e l’Inos man mano le sta erogando. Mancano ancora alcune Regioni”.


Continua a leggere