Coronavirus, fase 2: cosa si potrà fare e cosa no

| 22/04/2020 10:54

Fase 2: cosa si potrà fare e cosa no

L’EmergenzaCoronavirus potrebbe presto finire, il Governo ha studiato la possibile fase 2 che dal 4 maggio entrerà in vigore in Italia per permettere al nostro paese di ripartire.

Questa mattina il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha parlaot proprio di questo nel corso di un’intervista cocnessa a Radio Capital :

“Per la progressiva riapertura delle attività produttive le regole saranno uguali per tutta l’Italia. Oggi il governo farà le valutazioni complessive: si tratterà di una valutazione molto approfondita per far tornare tutti al lavoro”coronavirus dpcm

Fase 2, le decisioni del governo

Sarà una ripartenza graduale, con la maggior parte degli esercizi commerciali che dovranno piano piano ripartire entro due settimane, ma servirà l’autocertificazione per uscire di casa.

Cosa si può fare?

– Uscire anche senza “comprovati motivi” per andare a trovare un parente o fare una passeggiata. Massimo in due.

– A piedi ci si potrà allontanare da casa ma con mascherine e guanti.

– Gli spostamenti da un Comune all’altro dipenderanno dall’indice di contagio. Lo stesso per le Regioni.

– Sport solo a livello individuale come jogging anche lontano da casa.

– Passeggiare nei parchi, raggiungere le seconde case.

– Riapriranno prima parchi archeologici e musei. Teatri e cinema ad accesso limitato.

Cosa non si può fare?

– Il divieto di assembramento rimane in vigore anche all’aperto.

– All’inizio della fase 2 non sarà possibile cene di gruppo. I proprietari dei locali dovranno garantire la distanza di sicurezza.

– Per gli over 65 il consiglio sarà quello di non uscire ancora di casa.

– Divieto in estate dell’utilizzo dell’aria condizionata.coronavirus conte


Continua a leggere