Coronavirus Italia, scandalo al Trivulzio: “Spostano i pazienti di nascosto senza fare tamponi. Lo fanno di notte”

| 20/04/2020 16:00

Coronavirus Italia Milano Trivulzio | Continuano, ininterrottamente, le testimonianze della malasanità della clinica Pio Albergo Trivulzio di Milano. Un’infermiera ha raccontato le condizioni pietose in cui versano tanti pazienti anziani che continuano a morire nonostante le indagini in corso.

coronavirus lombardia trivulzio

Coronavirus Italia, il racconto di un’infermiera del Trivulzio: “Fanno morire tutti senza tamponi”

Su Il Messaggero si legge un’altra testimonianza schock di una delle infermiere del Pio Albergo Trivulzio di Milano.

“Stanno continuando a trasferire i pazienti da un reparto all’altro, senza aver fatto nemmeno i tamponi, lo fanno la sera di nascosto, gli anziani continuano a morire, la situazione non è migliorata”. E’ quello che ogni giorno vede un’infermiera, impiegata da 31 anni nella suddetta clinica ed è ormai sconfortata da quanto accade.

Situazione lavorativa?La prima mascherina nel mio reparto si è vista il 22 marzo. Il 12 marzo chiesi di averne una, ma a me come ad altre colleghe che le avevano portate da casa venne intimato dalla caposala di non usarle“.

Leggi anche – Coronavirus Italia: Lombardia ultima regione a riprendere le normali attività

Coronavirus

COVID-19, ispezione dei NAS al Trivulzio e in tutta la Lombardia

Lo scandalo è stato portato alla luce qualche settimana fa e qualcuno all’interno della struttura milanese continua ad agire indisturbato. Intanto, stando a quanto riferisce Il Messaggero, sono in corso ispezioni dei carabinieri del NAS all’Istituto Frisia di Merate di Lecco residenza per anziani che fa capo al Pio Albergo Trivulzio. Oggi proseguono anche i controlli in altre RSA di 4 province lombarde: oltre a Milano, anche a Monza, Como e Varese.


Continua a leggere