Coronavirus, incontro Conte-Comitato Scientifico per stabilire la Fase 2: “Prudenza e gradualità”

| 07/04/2020 22:30

Coronavirus, a quando la Fase 2? | I contagi sembrano in leggera discesa, i defunti e i pazienti in terapia intensiva, anche. Ma l’Italia non è ancora uscita dai problemi che sta causando il Coronavirus. “Serve prudenza e un ritorno graduale alla normalità” – è ciò che emerge dall’incontro del Premier Conte con il Comitato Scientifico all’indomani dell’annuncio del decreto liquidità per garantire credito alle imprese.

coronavirus conte

Coronavirus, Fase 2: come funziona?

“Solo” 3.039 nuovi casi negli ultimi due giorni, l’Italia si sta preparando ad una prima discesa e inizia a vedere la luce alla fine del tunnel. Ma c’è da stare allerta. La curva scende ma serve poco per farla risalire. E allora il nostro Paese si appresta ad aprirsi ad una Fase 2 in due momenti diversi: il primo riguarderebbe piccole aperture per le attività produttive, mentre il secondo interesserebbe una rimodulazione delle misure per spostamenti e le uscite.

COVID-19 Italia, l’ISS: “Dura lotta, serve molto tempo”

Intanto l’Istituto Superiore di Sanità chiede ancora tanta cautela e attenzione. Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell’Iss ha spiegato i tempi del Coronavirus: “Finalmente si intravede la discesa. Con il virus dobbiamo ingaggiare una dura lotta. Non è che se arriviamo a zero fra una settimana o qualche settimana allora “tana libera tutti”. Le regole di distanziamento sociale vano mantenute. Vogliamo che qualsiasi decisione prenda il governo, sia dettata da una cautela massima“.


Continua a leggere