Serie A, calciatori a rischio licenziamento: ecco cosa potrebbe accadere

| 02/04/2020 09:30

Serie A, calciatori a rischio tanto quanto le società: potrebbero essere licenziati dalle società

Serie A – Calciatori licenziati | Scatta l’allarme per i tesserati dei diversi club in Italia e ne ha parlato l’avvocato, Luca Bergamini, ai microfoni del Corriere dello Sport. Oltre alla possibilità di liberarsi entro il 30 maggio da parte degli atleti, anche le stesse società avranno il diritto di licenziare i propri calciatori. E’ l’allarme che lancia l’esperto di diritto sportivo, che fa maggiore chiarezza sulla questione legata agli accordi tra società e calciatori, in Serie A: “Ogni accordo tra le due parti, andrà discusso singolarmente tra di loro. Le società andranno a muoversi in questo senso e questo succede perché, se una società non dovesse pagare gli ingaggi entro il 30 maggio, verrà penalizzata con i tesserati che avranno il diritto di liberarsi degli accordi. Ma c’è da sapere, che potrebbe accadere anche l’esatto opposto”.

Accordo tra società e calciatori in Serie A: tutto quello che c’è da sapere

serie a

E’ stato ancora più chiaro, nel corso della sua lunga intervista, l’avvocato Luca Bergamini, facendo fede a ciò che recita l’articolo 1467 del codice civile. Queste che seguono, le sue parole. “L’articolo recita che, a fronte di avvenimenti straordinari ed incredibili, è previsto anche che il club vada per la richiesta di risoluzione del contratto. Non dipende più solo dal giocatore, che può decidere di sciogliere i rapporti, ma anche dalla stessa società, pronta a dire addio ai propri tesserati. A risentirne, potrebbero essere quei calciatori in scadenza entrando in un meccanismo complicato, che porterebbe le società a ragionare in questo senso. Bisognerebbe ragionare invece da comunità, procedendo con maggiore responsabilità sulla cosa”.

Serie A


Continua a leggere