UEFA, Uva: “Tutti rinuncino a qualcosa per il bene comune. Unico obbligo delle Leghe è consegna liste UEFA”

| 29/03/2020 15:45

UEFA, Uva sulla ripresa della Serie A | Michele Uva, vicepresidente della UEFA, ha parlato della ripresa dei campionati europei, soffermandosi soprattutto sulla Serie A. Ai microfoni di Sportmediaset ha spiegato anche le decisioni che prenderà la UEFA circa la ripresa dei campionati.

uva

UEFA, Uva: “Non decideremo quando ripartirà la Serie A”

Il vicepresidente UEFA ha parlato della ripresa della Serie A e sulle indicazioni che Leghe e Europa si stanno scambiando per la giusta ripresa dei campionati.

“Ogni lega deciderà per la propria ripresa. Noi non decideremo nulla per i campionati. L’unica questione che ci hanno posto è la scadenza dei contratti o dei prestiti dei calciatori entro il 30 giugno. La UEFA chiederà alle leghe solo la lista di squadre che parteciperanno alla Champions League e all’Europa League”.

uva-uefa

Uva: “Da noi segnale di compattezza e unità”

Michele Uva, poi, si è soffermato sulle azioni della UEFA per combattere l’emergenza Coronavirus.

“Abbiamo dato un segnale di unità e compattezza, abbiamo agito con trasparenza e responsabilità e dato priorità alla salute di tutti e alla sostenibilità del sistema. Non come sta facendo l’Unione Europea. Stiamo coordinando tutti i club e le leghe che stanno trovando difficoltà nella gestione del Coronavirus. Per la UEFA viene prima la tutela della salute e poi il business. Tutti dovranno fare rinunce. Anche noi le abbiamo fatte con il rinvio degli Europei maschili e femminili: non è stato semplice”.


Continua a leggere