Coronavirus, il pessimo esempio di Neymar nella lotta all’epidemia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:00

Dai campioni ci si aspetta sempre il migliore degli esempi soprattutto in una crisi mondiale come quella scaturita dalla diffusione del coronavirus: stavolta a scivolare è lo stesso Neymar, che poi prova a rimediare…

Coronavirus news, gaffe per Neymar

L’attaccante brasiliano fa parte di quella schiera di campioni, tra cui ci sono anche alcuni di Inter e Juventus, che hanno avuto un permesso dalla propria società per poter tornare in patria (in realtà, per quanto riguarda i bianconeri, è scoppiato un vero e proprio caso). Così Neymar ha ben pensato di tornare in Brasile dove però, come documentato da lui stesso attraverso i propri social, è stato immortalato mentre gioca a footvolley, in barba alle norme basilari anti covid-19. Niente mascherine o distanza di sicurezza: si gioca e si scherza come se la pandemia non esistesse. Lo scatto ovviamente ha suscitato parecchie polemiche.

La difesa dell’attaccante brasiliano

Quasi a voler ridare prestigio alla sua immagine dopo la bufera social scatenata, l’attaccante del Paris Saint Germain ha fatto pubblica ammenda, facendo poi una donazione di prodotti alimentari e d’igiene a favore delle famiglie delle favelas di San Paolo, uno dei centri più colpiti dal virus in Brasile, aggiungendo a corredo un messaggio: “La solidarietà deve essere più contagiosa di un virus“.

calciomercato juventus neymar