Coronavirus, in Inghilterra si cancellano i primi campionati di calcio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

La Football Association è stata la prima federazione tra le grandi d’Europa a scegliere di cancellare alcuni campionati, come si apprende da una nota ufficiale.

Coronavirus news, il calcio si ferma in Inghilterra

Cala il sipario su parte del calcio inglese: la decisione è stata inevitabile dopo l’escalation delle ultime ore, che purtroppo porta gli analisti a pensare che si possa arrivare a numeri ancor più preoccupanti che nel resto d’Europa. Così dalla National League (la più alta tra i semiprofessionisti) ad andare verso il basso, si interrompono tutti i tornei definitivamente. La curva dei contagi è già preoccupante e a questo si è aggiunta la consapevolezza che il calendario sia ormai già troppo ingolfato: da qui il comunicato ufficiale della FA. Non ci saranno promozioni né retrocessioni, la classifica verrà azzerata.

Stesso discorso per il movimento femminile, stavolta bloccato a tempo indeterminato a tutti i livelli. “La Football Association“, si legge nel comunicato, “punta a sostenere la Lega Nazionale, le squadre della Barclays FA Women’s Super League e FA Women’s Championship per poter riprendere il prima possibile a giocare“.

La situazione in Italia

Per il momento in Italia non c’è alcuna lega, nemmeno tra i dilettanti, che ha già compiuto il grande passo. C’è anzi la volontà di tornare a giocare quanto prima: da considerare che non scendere in campo significherebbe la morte finanziaria per molte società, a partire dalla Serie C ad andare in basso. Eppure il panorama non è assolutamente rassicurante.

gravina figc