Crisi coronavirus, l’Anderlecht licenzia il viceallenatore Zetterberg

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30

Il covid-19 e i suoi effetti nel mondo del calcio: con una nota ufficiale l’Anderlecht ha fatto sapere di dover licenziare il proprio vice-allenatore a causa di guai finanziari sorti in questo periodo.

Calcio estero, allenatore licenziato a causa del coronavirus

Non solo tagli agli stipendi (di cui si sta discutendo molto in Italia) ma anche licenziamento per coronavirus. Non sappiamo se è una giusta causa, ma avviene in Belgio, in uno dei club storici come l’Anderlecht, che ha licenziato il secondo allenatore Par Zetterberg per motivi finanziari portati dalla pandemia che sta sconvolgendo il mondo. Ecco le ragioni spiegate dalla società stessa: “Il calcio professionistico, come la maggior parte delle altre attività economiche, deve affrontare una grande sfida a causa dell’epidemia del virus Covid 19. Questo ha un grande impatto finanziario sul funzionamento del club“.

Le parole del mister (ex) icona dell’Anderlecht

E dire che Zetterberg è una vera e propria icona del club, dove ha giocato come centrocampista dal 1989 al 2000 ed in un secondo momento, tra il 2003 ed il 2006. Vi era tornato, come membro dello staff tecnico di Hein Vanhaezebrouck, nel 2018. Non è ancora chiarito quale fosse il suo stipendio, ma le parole del mister, riferite da eleven sports, sono emblematiche: “Ho parlato con il tecnio Kompany, mi ha detto semplicemente che volevnao licenziarmi, senza aggiungere ulteriori spiegazioni“.