Coronavirus, caos totale tra Champions League e campionati: diktat Uefa

| 18/03/2020 10:30

Coronavirus, la Champions League e l’Europa League sono le priorità: se dovessero esserci poche date, il campionato sarà in forte rischio

Coronavirus – Champions League | C’è da capire come andranno a completarsi le diverse manifestazioni in corso, al momento interrotte, legate al mondo del calcio. Nel pomeriggio di ieri l’Uefa si è riunita per decidere la miglior soluzione sia per completare le due manifestazioni europee per club, che per il discorso di ogni singolo campionato. Stando a quel che rivelano i colleghi de La Repubblica, la Federazione ha reso chiara la propria posizione in merito al rinvio di tutte le competizioni: la priorità, tra queste, sarà indirizzata sulle manifestazioni di Champions League ed Europa League. Per farla chiara, le suddette Leghe avrebbero firmato una risoluzione chiesta fortemente dal Presidente della Uefa, Ceferin. Se le date a disposizione non dovessero bastare per completare tutte le manifestazioni, i campionati daranno priorità alle due competizioni europee. Praticamente le due competizioni europee potrebbero giocarsi nel week-end, spostando a metà settimana gli appuntamenti per i campionati.

Uefa, Champions League ed Europa League continueranno così dopo l’allarme del Coronavirus

coronavirus champions league

Situazione molto caotica per quel che concerne il calcio non solo Nazionale, ma anche europeo. La Serie A, rispetto agli altri campionati, si trova con più giornate da recuperare. Nel caso del calcio nostrano, le partite sono infatti dodici. Se si iniziasse a giocare a inizio maggio, con la più rosea aspettativa sul termine dell’allarme legato al Coronavirus, si correrebbe comunque il rischio di non riuscire a chiudere la stagione entro il termine previsto. L’Uefa esclude la possibilità di Play-Off, toccherà trovare una soluzione per non evitare un effetto domino per i diversi campionati. Sta di fatto che l’Uefa si è garantito la possibilità di terminare tutto regolarmente per quel che riguarda Champions ed Europa League. Il problema sarebbe legato alle italiane che, se dovessero andare avanti in Europa, praticamente rischierebbero di non avere il tempo necessario per giocare in campionato.

 


Continua a leggere