Juventus-Inter, si gioca mercoledì. Malagò: “Soluzione migliore”

| 01/03/2020 20:30

Juventus-Inter, si gioca mercoledì | Caos e voci che si susseguono di ora in ora per il rinvio di Juventus-Inter, inizialmente in programma questa sera. Pochi giorni fa la gara è stata ufficialmente rinviata al 13 maggio ma in queste ore si sta discutendo di un possibile anticipo rispetto alla data stabilita. Le due società, insieme alla Lega Calcio, stanno lavorando per far svolgere la partita nei prossimi giorni ed è spuntata una nuova data utile: mercoledì 4 marzo.

Inter-Juventus Matuidi

Juventus-Inter, si gioca mercoledì

Stando a quanto riferisce la redazione di Sportmediaset, sarebbe stata trovata l’intesa per una nuova data: mercoledì 4 marzo. Manca solo un ok, si legge sul portale, cioè quello dell’Inter. Se la data fosse confermata, ci sarà la conferma del posticipo delle semifinali di ritorno di Coppa Italia, attualmente in programma il 4 e 5 marzo, proprio con Inter e Juvetnus impegnate. Verrebbero rinviatea maggio, dunque, Napoli-Inter e Juventus-Milan ad una settimana dalla finalissima.

Non è ancora arrivata la decisione ufficiale della Lega Calcio ma si va verso questa decisione. Da definire anche la questione tifosi. La gara potrebbe essere disputata a porte aperte, con le stesse restrizioni previste per la gara di Coppa Italia contro il Milan e cioè il divieto per i tifosi provenienti da alcune regioni.

Diritti tv, Malagò

Le parole di Malagò

Giovanni Malagò, presidente del CONI, è intervenuto in esclusiva a Pressing. Ha parlato della possibilità di far recuperare la partita in settimana: “Juve Inter in settimana è la soluzione migliore. Spetta alla Lega capire se nel riposizionare i calendari si possa utilizzare magari la finestra della prossima settimana. Io non so se questa soluzione andrà in porto perché ripeto questa soluzione non spetta a noi e lo dovranno valutare tra di loro. A quel punto nessuno potrebbe, oggettivamente, dire che questo pezzo di questa giornata del calendario è rinviata ma sarebbe solo procrastinata di qualche giorno. E’ chiaro che andrebbero poi riposizionate le semifinali di Coppa Italia. Non posso assolutamente permettermi di parlare a nome del governo. Penso che in quest’ottica il governo sarebbe contento che venisse confermata il più possibile la regolarità del campionato”.


Continua a leggere