Coronavirus, Serie A: partite ancora a rischio rinvio per la prossima giornata

| 01/03/2020 09:00

Coronavirus, caos in Serie A: ancora altre partite a rischio rinvio. I dettagli

Coronavirus, Serie A: partite a rischio rinvio anche per la prossima giornata | Situazione molto caotica per quel che riguarda il massimo campionato italiano. Sulla Serie A va a riflettersi l’emergenza legata al coronavirus, con i calendari che si infittiscono di impegni, cosa che non piace ai club coinvolti. In particolar modo all’Inter, con le parole molto chiare di Giuseppe Marotta arrivate sia nella giornata di ieri, che in quella odierna. Al Corriere dello Sport è stata netta la posizione dell’amministratore delegato del club nerazzurro: “La situazione è talmente caotica che non riesco a capire quali possono essere le date per tutti i recuperi che ci saranno. Hanno rimandato gli impegni oggi, perché non farlo anche nella prossima giornata?” 

Infatti è questo quel che analizza la Gazzetta dello Sport nella propria edizione odierna: la preoccupazione è tutta per le gare che si andranno a disputare nella prossima giornata. Sabato 7 e domenica 8 – weekend in cui si andranno a giocare i match valevoli per la prossima giornata di Serie A – il divieto di manifestazioni aperte al pubblico, sarà ancora in vigore. Solo da lunedì cambieranno le cose per Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Serie A, il coronavirus ‘minaccia’ altre partite: quattro match del prossimo turno sono a rischio rinvio, cosa succede adesso?

serie a malago coni

La Serie A cerca di uscirne fuori dall’ingarbugliata situazione legata al coronavirus. Si cerca una soluzione, ma è difficile trovarla. Dopo il rinvio dell’imminente giornata di campionato, ora si rischia di far saltare altre partite, valevoli per la prossima. A rischio rinvio ci sarebbero, infatti, altre quattro partite: Atalanta-Lazio, Bologna-Juventus, Inter-Sassuolo e Verona-Napoli. Quasi sicuramente non si andrà a giocare a porte chiuse, perché non lo si è fatto in questo precedente turno di campionato. C’è un’unica soluzione, che è quella legata al lunedì: da lunedì 9 si potrebbe giocare, considerando la fine del divieto per suddette Regioni, ma occhio agli impegni europei di ciò che anticipava Marotta sin da ieri: l’Atalanta, ad esempio, ha la Champions League da disputare con il Valencia. La Serie A rischia di non uscirne più dalla complessa situazione in cui si è infilata dopo il rinvio delle partite arrivato nella giornata di ieri. Oggi, alle 12, arriverà il consiglio straordinario indotto dalla Lega Calcio

Marotta


Continua a leggere