Napoli-Barcellona, Hamsik: “Insigne il capitano giusto, Mertens supererà il mio record. Possiamo battere Messi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Napoli-Barcellona, Hamsik parla della grande sfida

Napoli-Barcellona Hamsik | Uno storico match al San Paolo, gli azzurri ospitano il Barcellona di Messi, che metterà piede per la prima volta nello stadio dove ha giocato Diego Armando Maradona. L’ex capitano del Napoli presenta la sfida.

Napoli Marek Hamsik Cina Ancelotti

Napoli-Barcellona, le parole di Hamsik

“Coronavirus? A gennaio non era così grave la situazione, ora sembra molto preoccupante. Siamo in attesa di novità, non sappiamo quando il campionato riprenderà. La malattia deve fare il suo normale percorso. Molta preoccupazione c’è anche in Italia e a Napoli, la situazione sta continuando a peggiorare. Spero che tutto si risolva per il meglio.

Con il Barcellona sarà un grande match, lo stiamo aspettando tutti. Il San Paolo sarà pieno, ho tanta voglia di vedere come il Napoli risponderà con una grande squadra. Lo guarderò rilassandomi con un bel bicchiere di vino, in Cina è impossibile seguire il Napoli, ma in Europa non me ne perdo nemmeno una.

Ho visto un netto miglioramento con Gattuso, siamo più compatti di prima. E’ stato un anno particolare, solo ora ci stiamo svegliano. Bisogna andare in Champions o almeno in Europa League. Passare con il Barcellona è una sorta di miracolo, ma sappiamo che nel calcio tutto è possibile. Bisogna sfruttare il San Paolo, abbiamo sconfitto tutti lì. Tutte le grandi hanno avuto difficoltà in quello stadio in grandi notti. Il Barca ha il migliore al mondo, Messi, ma concedono tanto in difesa. Se Messi è al 100% risulta quasi impossibile fermarlo, ma ogni partita è una storia a se.

Dries supererà il mio record di gol, mi congratulerò con lui. È grande. Io sono stato molto felice e orgoglioso di superare Maradona, ora tocca a Mertens battere il mio record.

Insigne è napoletano, vuole il bene del Napoli ed è sempre pronto a dare il massimo, è un grande capitano, con Gattuso è più forte di prima”.