Fiorentina, Vlahovic: “Spero di rinnovare, qui sto benissimo. Mi ispiro a Ibrahimovic ma devo crescere tanto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

Fiorentina, Vlahovic si racconta | Sta iniziando ad essere determinante in Serie A a suon di gol. Dusan Vlahovic, attaccante classe 2000 della Fiorentina, ha siglato sei reti in Serie A finora, gli ultimi due nella roboante vittoria in trasferta dei suoi a Marassi contro la Sampdoria. Ha segnato anche ad Inter, Napoli e Cagliari. Reti di pregevole fattura che hanno catturato l’attenzione di tanti club.

vlahovic

Fiorentina, Vlahovic vuole restare in viola a lungo

Il talentuoso attaccante serbo della Fiorentina ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Ha parlato del presente e soprattutto del futuro, tra i suoi obiettivi personali e quelli di squadra.

Il Milan è forte ma con un allenatore come Pioli è ancora più pericoloso. Fa giocare bene le sue squadre e sa come creare problemi agli avversari. Noi giochiamo sempre per vincere ma in campo ci sono anche gli avversari. Daremo il massimo ma sarà una sfida molto impegnativa“.

Chi temi del Milan?Potrei fare 20 nomi ma scelgo Theo Hernandez. E’ un giocatore che fa la differenza. E poi ovviamente Ibrahimovic, è il mio idolo sin da piccolo. Non vedo l’ora di incontrarlo, è la prima volta che lo vedrò dal vivo“.

Da piccolo ti chiamavano Zlatan, è vero?Sì, i miei amici mi chiamavano Ibra perché come
Zlatan camminavo con i piedi larghi. Ma non era per imitare il mio mito, mi veniva naturale. E’ il mio idolo, una delle poche persone che amo al di là della mia famiglia. Domani a fine partita proverò a scambiare la maglia con lui“.

Vlahovic tra rinnovo e obiettivi personali

Vlahovic, poi, ha parlato anche del suo futuro: di cosa migliorare dal punto di vista personale e del contratto che lo lega alla Fiorentina.

“Devo migliorare molto. Intanto devo essere più bravo con il piede destro. Per noi mancini non è semplice calciare con l’altro piede. Ma ci sto lavorando in ogni allenamento”.

I 2000?Sta nascendo una generazione incredibile. Haaland ha già segnato 10 gol in Champions League, Sancho è fortissimo, Kulusevski sta facendo vedere grandi cose. Io? Volo basso, devo migliorare molto“.

Chiesa?Ho un ottimo rapporto con lui anche fuori dal campo, siamo amici. Vale anche di più di quello che dicono i giornali e mi piace perché resta umile nonostante si parli sempre di lui“.

Iachini?Grande allenatore, è perfetto per i giovani. Mi sta insegnando tanto e lo ringrazio“.

Futuro? Rocco Commissoèun presidente tutta passione. Mi ha conquistato. Fa sentire tutti importanti. Ho un accordo ancora lungo ma sarei molto felice di allungare il contratto con la Fiorentina. Adoro questa società, questa squadra, questi tifosi. A Firenze è tutto giusto per me“.

Esultanza?L’ho cambiata e spero di svelare presto la nuova“.